600 views 3 min 0 Comment

Il Consigliere Pistone querela il Sindaco di Spadafora. “Chiedere chiarimenti su scelte di Tania Venuto non è attacco sessista”

- 04/12/2023

La misura è colma“. Esordisce così Lillo Pistone, consigliere comunale e capogruppo di “Rinasce Spadafora” nel Comune tirrenico in un video pubblicato sulla sua pagina social.

E’ stato superato il limite tra la dialettica politica e l’attacco personale, pertanto ho deciso di sporgere querela contro la Sindaca di Spadafora Tania Venuto ed attendere che sia la Magistratura a fare giustizia. Su questo tema non tornerò più“.

Lillo Pistone

E’ il succo di quanto Lillo Pistone dichiara nel video e che riassume in poche parole quanto avvenuto in aula consiliare a Spadafora il 23 novembre scorso. Ed è anche il culmine di uno scontro politico che da sempre, fin dalla sua elezione con poco più di una trentina di voti di scarto, Tania Venuto riuscì a conquistare lo scranno di prima cittadina dopo cinque anni da vice sindaco nell’amministrazione precedente. Ma questa volta Pistone non accetta le accuse che il Sindaco Tania Venuto ha riversato sul suo conto e che hanno tutte il sapore di attacchi personali, conditi, tra l’altro, di post che di politico hanno ben poco.

La Sindaca attacca il sottoscritto con vergognose e vili accuse di sessismo con l’evidente intento di spostare l’attenzione dalle richieste di chiarimento avanzate dall’opposizione in aula consiliare il 23 novembre scorso circa la scellerata scelta di non avvalersi, nel rendiconto 2022, di quanto previsto dal ‘Cura Italia‘ che avrebbe permesso di abbattere di 409 mila euro circa il già enorme debito del Comune di Spadafora. Invece di dare chiarimenti e spiegare cosa ha spinto la Venuto e la sua Amministrazione a non far risparmiare denaro pubblico che pagheranno gli Spadaforesi, ha preferito fuggire nascondendosi dietro accuse false ed insensate, anche perché il video della seduta consiliare è la prova lampante di quanto da me e dai consiglieri di opposizione dichiarato in aula. La prova regina della falsità di quanto dichiarato dalla Venuto”, continua Pistone. “Pertanto ho dato mandato ai miei legali di procedere contro la Sindaca Venuto per diffamazione” conclude Pistone, “Ma la Sindaca tenga bene a mente che queste vili accuse non la esimono dal rispondere ai nostri quesiti perché lo deve ai cittadini ed a sé stessa. Ricordi la Sindaca che attaccare la persona sottraendosi al dibattito politico è la più evidente prova di incapacità e insicurezza che potesse dare“. Il rendiconto 2022 del Comune di Spadafora è stato bocciato durante la seduta del 23 novembre scorso.