116 views 2 min 0 Comment

UIL, “NATALE TRISTE ED AMARISSIMO PER TUTTI I LAVORATORI DELLA TOTO COSTRUZIONI SENZA STIPENDI NE’ TREDICESIME”

- 16/12/2022

NON SONO STATI PAGATI GLI STIPENDI E LA GRATIFICA CASSA EDILE (TREDICESIME)

“Si preannuncia un Natale triste ed amarissimo per i lavoratori della Toto Costruzioni impegnati nei lavori per la realizzazione del Viadotto Ritiro, “eterno” cantiere messinese. La brutta sorpresa natalizia che sta, giustamente, creando sconcerto e disperazione tra i lavoratori è il mancato pagamento degli stipendi e di parte della gratifica Cassa Edile che nel comparto dell’edilizia equivale alla tredicesima. Si tratta di un fatto molto grave che, fra l’altro, nonostante i proclami aziendali, certifica l’assoluta correttezza delle nostre recenti denunce in merito all’incertezza e alla nebulosità che caratterizza l’impresa committente del Viadotto Ritiro. A questo punto, gli inutili proclami pubblici della Toto Costruzioni, anche in merito ai tempi di conclusione dell’opera, appaiono assolutamente fuori luogo e totalmente inconsistenti” lo hanno dichiarato Ivan Tripodi, segretario generale Uil Messina, e Pasquale De Vardo, segretario generale Feneal Uil Messina-Palermo.

“Pertanto, al di là delle sterili parole, diffidiamo la Toto Costruzioni a procedere all’immediato pagamento di tutte le spettanze attese dalle maestranze in maniera tale da consentire ai lavoratori del Viadotto Ritiro e alle loro famiglie di trascorrere un Natale sereno pur nella precarietà della situazione aziendale. Infine, registriamo con preoccupazione che le date annunciate e strombazzate per l’apertura del bypass e per la conclusione del Viadotto Ritiro appiano assolutamente fuori dalla realtà ed irraggiungibili. In tal senso, auspichiamo che venga utilizzato il linguaggio della verità poiché i messinesi sono stanchi di essere ancora una volta illusi in merito a i tempi di consegna di un’opera che, come noto ha negativamente sconvolto la qualità della vita dei cittadini” hanno così concluso Ivan Tripodi e Pasquale De Vardo.