833 views 4 min 0 Comment

Come evitare il surriscaldamento del notebook

- 23/04/2024


Uno spiacevole inconveniente che può limitare le prestazioni di un notebook è il surriscaldamento, problema da non sottovalutare poiché le alte temperature sono portatrici di seri danni alla componentistica del computer. Il surriscaldamento, infatti, impedisce di usare il portatile nel modo consueto, causando rallentamenti quando si utilizzano le più comuni applicazioni e quando si gioca, come ad esempio con gli impegnativi giochi racing oppure con le roulette. Ecco come mantenere il PC Windows in perfetto stato e quali accorgimenti adottare per scongiurare il pericolo.



Eliminare app e file non utilizzati
Un hard disk con poco spazio a disposizione costringe il computer a sforzarsi in modo maggiore per svolgere le varie operazioni. Si raccomanda di non installare un eccessivo numero di applicazioni e di eliminare i file non necessari, specie quelli di grandi dimensioni.

Pulire le ventole
Le ventole rappresentano gli elementi cruciali per mantenere basse le temperature. Con il trascorrere del tempo, le ventole accumulano polvere e sporcizia, per cui il flusso dell’aria potrebbe risultare compromesso, causando il surriscaldamento. Periodicamente è bene procedere con un’accurata pulizia delle parti interne più accessibili: nella maggior parte dei modelli delle ultime generazioni la rimozione del pannello inferiore è piuttosto semplice, agevolando la pulizia delle ventole ostruite.

Applicare nuova pasta termica
La pasta termica è un prodotto che si applica sulla CPU, che impedisce all’hardware di raggiungere temperature troppo elevate. La pasta termica, con il passare degli anni, evapora quasi del tutto, rendendo meno efficiente la dissipazione del calore. Prima di procedere con l’operazione bisogna essere certi di avere le capacità di effettuare il lavoro, altrimenti è preferibile portare il computer da un tecnico specializzato.

Verificare la presenza di virus
Virus e malware spesso aprono dei processi non facilmente visibili, i quali provocano un continuo lavoro di RAM e CPU, con un conseguente aumento delle temperature. Per assicurarsi di avere un sistema operativo sempre pulito è bene affidarsi al Defender di Windows e, in caso di problemi, scegliere un ottimo antivirus.

Modificare le impostazioni gaming
I videogame sottopongono il computer a un forte stress. Gli appassionati di videogiochi, dai fantasy alle specialità del casino, devono fare attenzione a non impostare un numero eccessivo di FPS, onde evitare di sovraccaricare la CPU.

Controllare le ultime applicazioni installate
Qualora il surriscaldamento si fosse verificato a seguito dell’installazione di un software, sarebbe opportuno procedere con la disinstallazione del programma e, in caso di insuccesso, selezionare un punto di ripristino antecedente all’installazione.

Acquistare una base di raffreddamento
Quando nessuno dei precedenti tentativi va a buon fine, il sistema migliore consiste nell’acquistare una base di raffreddamento da posizionare sotto il notebook. I prodotti in questione integrano delle potenti ventole e sono realizzati con materiali che facilitano la dissipazione del calore. Se il computer si utilizza prevalentemente in casa, si tratta di una soluzione molto comoda. Se, invece, il notebook viene usato spesso fuori casa, bisogna di volta in volta portare con sé la base, al fine di non subire spiacevoli guasti o bruschi cali di performance.