1.133 views 3 min 0 Comment

Catania città fortunata

- 29/09/2023

Il paesaggio catanese è alquanto variegato perché da una parte c’è l’Etna, il vulcano attivo conosciuto anche come “A Muntagna”, mentre a valle c’è il mare con spiagge sabbiose e lidi attrezzati che ogni estate accolgono migliaia di turisti. Catania è una città che si può definire fortunata sotto molti aspetti, di seguito ne analizzeremo alcuni.

Fertilità delle terre vulcaniche

Se da un lato le eruzioni violente dei vulcani sono catastrofiche, dall’altro arricchiscono il suolo di importanti elementi chimici rendendolo più fertile. La lava, insieme agli altri prodotti eruttivi, è ricca di minerali che contengono elementi importanti per l’ecosistema e la fertilità delle terre intorno al vulcano, basti pensare che dalle uve coltivate nelle aree vulcaniche del nostro Paese si ottengono degli ottimi vini chiamati, appunto, “vini vulcanici”. Accanto al vino ci sono altri prodotti agricoli considerati eccellenze del territorio, tra questi è doveroso citare il pistacchio di Bronte, gli agrumi e il miele.

Alti livelli occupazionali

Grazie alla presenza sul territorio di importanti industrie multinazionali come ST Microelettronics, Catania garantisce ottimi livelli occupazionali non solo ai suoi abitanti ma anche a quelli dei paesi vicini. Oltre ad ST, che vanta una forza lavoro di circa 4500 unità, altre importanti aziende hanno deciso di produrre a Catania, tra queste ricordiamo la Parmalat e il colosso Pfizer. Secondo i dati ISTAT Catania è seconda tra i 103 grandi Sistemi locali italiani del lavoro per valore aggiunto.

Catania fortunata al gioco

Catania si rivela città fortunata anche nel gioco, infatti; negli ultimi mesi il capoluogo etneo è stato baciato più volte dalla fortuna. Ci sono ben due premi vinti dalla città che hanno portato felicità in casa dei fortunati vincitori. Oltre ai due fortunati vincitori, c’è stata anche una copiosa vincita al gioco del lotto, di quasi 110 mila euro ed è stata realizzata il 23 febbraio.

La risorsa del turismo

Nonostante l’incendio dell’aeroporto Fontanarossa, avvenuto il 16 luglio, ne abbia compromesso il turismo, Catania si è affermata ugualmente tra le città più visitate della Sicilia. Il centro storico della città è uno scrigno che racchiude le meraviglie del barocco locale la cui massima espressione è la Cattedrale che si trova in via Crociferi. Sulla via si affacciano altre 5 chiese come la chiesa di San Benedetto, Palazzo Asmundo Francica-Nava e la chiesa di San Francesco Borgia, dove si esibiva all’organo il musicista Vincenzo Bellini. Sempre nel centro storico si possono ammirare il teatro Massimo Bellini e villa Bellini, il parco cittadino più grande della città. Catania è fortunata per trovarsi in una posizione strategica, che invita migliaia di turisti ad alloggiare in città per poi spostarsi facilmente nei paesi vicini grazie ad efficienti collegamenti stradali. Da Catania si possono raggiungere in poco tempo Acitrezza, famosa per i pittoreschi faraglioni, Giardini Naxos e Taormina, conosciuta per il panorama che domina il mare e per il teatro antico sede di numerosi eventi musicali e culturali.