181 views 2 min 0 Comment

La Uil-Fpl al sindaco Basile, “Casa Serena torni ad ospitare 100 anziani”

- 18/09/2023

La Uil-Fpl di Messina, con una nota inviata al sindaco di Messina, Federico Basile, e all’assessore alle Politiche sociali, Alessandra Calafiore, sollecita l’amministrazione affinché Casa Serena torni ad ospitare i cento posti originari, dopo la conclusione dei lavori di ristrutturazione.

La nota è firmata dal segretario generale, Livio Andronico, dal responsabile del Terzo Settore, Giuseppe Stella, e da Giovanni Bonadonna, responsabile aziendale.

La Uil-Fpl di Messina rammenta che a seguito di alcune nostre riflessioni e valutazioni manifestate durante un incontro presso il Comune di Messina, in merito al comunicato di chiusura della struttura Casa Serena, l’Assessore alle Politiche Sociali Dott.ssa Alessandra Calafiore, si era impegnata affinché tale struttura, che fa parte della storia di Messina, rimanesse chiusa esclusivamente per il tempo necessario alla realizzazione dei lavori. Infatti, nella nota del Comune e di Messina Social City, si legge che la chiusura dell’immobile ed il trasferimento degli ospiti presso l’Ipab Collereale di Messina, “si rende necessaria, al fine di consentire gli interventi previsti dal progetto ammesso a finanziamento a valere su agenda urbana PO FESR 2014 /2020 e in fase di riprogrammazione sui fondi Regionali FSC compresi quelli alle verifiche sismiche.” (investimento di circa sei milioni). Purtroppo a tutt’oggi, tutto ciò non si è realizzato e l’obiettivo una volta ultimati i lavori di tornare all’utilizzo dei cento posti letto originari, già da tempo fortemente ridotti, sembra ormai transeunte. Certamente, non sfugge l’importanza di tale struttura per anziani, che non possono più usufruire degli spazi idonei alle attività complementari cosi come avveniva nella struttura di Casa Serena. Pertanto,auspicando che Casa Serena possa essere restituita alla fruizione dei suoi ospiti completamente ammodernata, si chiede, un urgente incontro al fine di poter verificare l’eventuale stato di avanzamento dei lavori e i tempi di consegna”.

Conclude la nota sindacale della Uil-Fpl di Messina.