183 views 2 min 0 Comment

La tragica morte di Nunzio Micale: cosa sappiamo

- 04/04/2023

Nunzio Micale, 65 anni era un gran lavoratore. Tutti a Spadafora ricordano con affetto quell’uomo instancabile, gentile e completamente votato al lavoro ed alla sua famiglia. Ricordi che si rincorrono a Spadafora di bocca in bocca, con lo sgomento di chi ancora non riesce a spiegarsi come Nunzio sia potuto morire, viste le modalità dell’incidente all’interno di una stanza parte del cantiere in funzione all’ospedale Papardo, mentre controllava i lavori svolti per la creazione di un bunker per la tomoterapia.

Ed in effetti Micale è caduto da un piccolo ponteggio interno di non più di un metro e ottanta. Una di quelle piccole impalcature che serve per lavori di pitturazione in appartamento, “altezza tetto” per intenderci.

Micale è stato particolarmente sfortunato, lui che nel lavoro non si è mai risparmiato e che nulla lo spaventava. La caduta, seppur da una piccola altezza, potrebbe essere stata sfortunata per le modalità. Nunzio Micale, infatti, sembra che abbia riportato una profonda ferita alla fronte e che ciò possa essere stata causata dall’impatto con uno spigolo a vivo o qualcosa che non gli ha lasciato scampo. O ancora che qualcosa si sia staccato dal tetto colpendolo in testa e facendogli perdere i sensi rendendo più devastante la caduta seppur da una bassa altezza. Fatto sta che per Nunzio Micale nonostante i soccorsi siano immediatamente giunti, visto chei lavori si svolgevano dentro l’ospedale Papardo, per lui non c’è stato nulla da fare.

Le modalità sono al vaglio della Squadra Mobile. La Procura ha doverosamente aperto un’inchiesta.