La Sicilia in tempo reale

HomePosts Tagged "milazzo"

milazzo Tag

Milazzo, in piazza i lavoratori dell’indotto della Raffineria e della Centrale Elettrica Antonino Alibrandi (Cisl): «Governare il processo di transizione ecologica con i livelli occupazionali». Giuseppe Crisafulli (Fim Cisl): «C’è poca informazione sui programmi futuri, da qui nasce la preoccupazione dei lavoratori» [embedyt] https://www.youtube.com/watch?v=8yfSL8A3yg8[/embedyt] Milazzo, 6 luglio 2021.

Milazzo, assemblea dei lavoratori dell’indotto della Raffineria e della Centrale elettrica. Domani sciopero con corteo. Fim, Fiom e Uilm: «Investimenti mirati e transizione ecologica che tuteli l’occupazione»   Milazzo, 5 luglio ’21 – Assemblea questa mattina all’esterno della Raffineria Mediterranea di Milazzo. L’assemblea, indetta da Fim, Fiom

SCOMMESSE CLANDESTINE IN TEMPO DI COVID. DENUNCIATE QUATTRO PERSONE   3 aprile 2021 [embedyt] https://www.youtube.com/watch?v=CMvkL3Ekqyk[/embedyt]   I Finanzieri del Comando Provinciale di Messina, unitamente ai funzionari dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, nel corso di tre distinti interventi in materia di giochi e scommesse, hanno complessivamente denunciato quattro persone alla

Il sottosegretario all’Istruzione Barbara Floridia in visita ufficiale all’Istituto Guttuso di Milazzo 19 marzo 2021 Il neo Sottosegretario di Stato all’Istruzione, la messinese Barbara Floridia, si è recata questa mattina in visita ufficiale all’Istituto superiore Renato Guttuso di Milazzo.  Ad accoglierla la dirigente Delfina Guidaldi, il corpo docente e

[embedyt] https://www.youtube.com/watch?v=Yf9CB4pXl-E[/embedyt] Si chiama Ettore Rossitto, classe 1964, pregiudicato e disoccupato, l'uomo ritenuto responsabile del delitto di omicidio premeditato e distruzione di cadavere, commesso in pregiudizio di SALMERI Giovanni cl. 1947, pensionato 73enne. L'uomo è stato sottoposto dai Carabinieri a custodia cautelare in carcere nellla scorsa

[embedyt] https://www.youtube.com/watch?v=Ao3F1JcuTRM[/embedyt] I Finanzieri del Comando Provinciale di Messina, dopo aver riscontrato le irregolarità relative alle mancate certificazioni sulla provenienza e sulle caratteristiche merceologiche delle merci esposte in vendita e l’assenza delle indicazioni relative alla sicurezza, hanno sottoposto a sequestro oltre 40.000 prodotti “made in china”,