267 views 51 sec 0 Comment

Depuratore di Mili, Germanà, Lega, “Cittadini hanno presentato atto di diffida”

- 23/05/2024

Messina- Sin dallo scorso anno ho ascoltato e condiviso le preoccupazioni del Comitato Amo il mio Paese sul progetto di realizzazione di un nuovo impianto per il trattamento dell’umido nel villaggio di Mili Marina, nella stessa area dove sorge il mal funzionante depuratore che enormi disagi causa da decenni ai residenti. Mi sono fatto portavoce delle criticità del progetto che comporterebbe elevati rischi di danni al territorio, all’ambiente ed alla salute degli abitanti di Mili Marina. Ho fatto mie le istanze del Comitato ed insieme ai consiglieri comunali del gruppo Lega, al presidente della Commissione Salute Ars Pippo Laccoto ed al vice presidente della Regione Siciliana Luca Sammartino abbiamo sposato questa battaglia mettendoci la faccia in tutte le sedi istituzionali. Con la stessa determinazione avuta finora continueremo a seguire la mobilitazione dei cittadini del comprensorio, che ieri hanno presentato un atto di diffida alla Regione Siciliana ed ai Ministeri competenti, per chiedere l’annullamento dell’iter e l’individuazione di un sito alternativo. La salute dei cittadini, già provati dall’esistenza di un depuratore fortemente contestato, è un’assoluta priorità.

E’ quanto dichiara il senatore Nino Germanà, vice capogruppo della Lega a Palazzo Madama e segretario della Commissione Ambiente, Transizione ecologica, Lavori Pubblici

In allegato il comunicato del Comitato Amo il mio Paese e l’atto stragiudiziale di diffida