226 views 55 sec 0 Comment

Manager della Sanità. Il pasticcio coinvolge anche Giorgio Santonocito al Policlinico di Messina. Ma preoccupa più Croce all’ASP di Trapani

- 21/02/2024

Fra i 18 manager neo nominati alla guida delle aziende sanitarie siciliane in 8 hanno dichiarato di avere procedimenti in corso. Tra questi c’è anche Giulio Giorgio Santonocito, chiamato a dirigere il Policlinico di Messina. Gli 8 manager con procedimenti in corso sono Giuseppe Drago (Asp di Ragusa), Mario Zappia (Asp di Enna), Salvatore Emanuele Giuffrida (Cannizzaro di Catania), Alessandro Caltagirone (Asp di Siracusa), Giuseppe Laganga Senzio (Asp di Catania), Roberto Colletti (Villa Sofia), Maria Grazia Furnari (Policlinico di Palermo) e Giorgio Giulio Santonocito (Policlinico di Messina). Le accuse vanno dall’abuso di ufficio all’omicidio colposo, dai delitti contro il patrimonio mediante frode, al falso ideologico commesso da pubblico ufficiale fino alle lesioni private colpose. Procedimenti innescati proprio dall’aver rivestito in precedenza nomine manageriali simili a quelle attuali e che, quasi per forza di cose, possono innescare, nello svolgimento dell’attività, accuse e imputazioni simili. Così le figure che, paradossalmente maggiormente preoccupano, sono quelle di Ferdinando Croce e di Walter Messina, con particolare maggiore apprensione proprio per Croce.

Sulla attuale assegnazione di Ferdinando Croce all’ASP di Trapani pesa il dubbio che non sia in possesso dei requisiti richiesti per far parte dei 90 candidati da cui sono stati scelti dalla Regione i manager. Requisiti che non sarebbero ancora conseguiti in quanto non ancora in possesso degli attributi necessari al fine della gestione di un’azienda sanitaria. La vicenda è al vaglio ed all’approfondimento della commissione a Palazzo dei Normanni.