85 views 4 min 0 Comment

Città Metropolitana di Messina, dieci milioni e seicentomila euro per la manutenzione stradale ordinaria

- 04/07/2023

Banditi cinque appalti che interessano la viabilità di tutto il territorio provinciale

Procede senza sosta l’attività della Città Metropolitana di Messina per la risoluzione delle attuali criticità presenti sulle arterie stradali di propria competenza.

La III Direzione “Viabilità Metropolitana”, diretta dall’ing. Anna Chiofalo, anticipando i tempi dell’entrata in vigore del nuovo Codice degli Appalti ha bandito cinque appalti il cui finanziamento totale ammonta a euro 10.612.390.

“Ho proceduto ad attivare le procedure del caso – ha dichiarato il Sindaco Metropolitano Basile – per affrontare le urgenze evidenziate dai Sindaci dei Comuni in modo da garantire la sicurezza della viabilità provinciale. Oltre dieci milioni e mezzo di euro saranno garantiti per la manutenzione ordinaria attraverso un accordo quadro che ci permetterà di supplire alle attuali carenze di organico”.

In dettaglio gli appalti banditi da Palazzo dei Leoni:

1) Lavori PO FESR 2014/2020 – OT 7.4.1 – Strategia D’Area Sperimentale – Aree Interne SNAI Nebrodi – AINEB 16 – “Itinerario Stradale strada provinciale 161 Alcara li Fusi”, il cui importo è di euro 3.127.270.

Gli interventi prevedono il consolidamento dei tratti dissestati, le esecuzioni di tiranti di ancoraggio dei muri, il rifacimento delle sedi stradali con le relative barriere di protezione e della segnaletica orizzontale e verticale, la risagomatura delle cunette e delle caditoie e il drenaggio delle acque di falda; 

2) Accordo Quadro quadriennale, con un solo operatore economico, per l’affidamento dei Lavori di manutenzione straordinaria delle strade comunali e provinciali ricadenti nei territori Comunali dell’Area Interna Nebrodi – D.L. n. 394 del 13/10/2021- Lotti 1 – 2 – 3, il cui importo è di euro 4.485.120;

3) Accordo quadro di cui all’art. 54 del D.Lgs. 50/2016 e s.m.i. per la manutenzione ordinaria/straordinaria/pronto intervento delle strade provinciali e delle strade a penetrazione agricola per la risoluzione di criticità lungo le strade provinciali della Zona Omogenea Tirrenica Centrale – Eolie, il cui importo è di euro 1.000.000;

4) Accordo quadro di cui all’art. 54 del D.Lgs. 50/2016 e s.m.i. per la manutenzione ordinaria/straordinaria/pronto intervento delle strade provinciali e delle strade a penetrazione agricola per la risoluzione di criticità lungo le strade provinciali della Zona Omogenea Messina – Ionica Alcantara, il cui importo è di euro 1.000.000;

5) Accordo Quadro di cui all’art. 54 del D.Lgs. 50/2016 e ss.mm.ii. per la manutenzione ordinaria/pronto intervento delle strade provinciali e delle strade a penetrazione agricola per la risoluzione di criticità lungo le strade provinciali della Zona Omogenea Nebrodi, il cui importo è di euro 1.000.000.

Gli ultimi tre appalti riguardano progetti, redatti su indirizzo del Sindaco Metropolitano Federico Basile, che mirano ad assicurare la manutenzione ordinaria del piano viabile e delle sue pertinenze nei gruppi stradali ricadenti in tutto il territorio provinciale; il ricorso agli appalti permetterà di fronteggiare le esigenze più urgenti che gli attuali operatori stradali riescono a garantire solo in zone circoscritte, a causa del loro numero esiguo e dei limiti fisici legati all’età.

Gli interventi, non predeterminati nel numero, verranno eseguiti secondo la tempistica e le necessità per garantire la sicurezza della viabilità delle strade provinciali e a penetrazione agricola, secondo le priorità che verranno stabilite dalla Direzione dei Lavori.

Le tipologie delle lavorazioni che si renderanno necessarie, durante il periodo di valenza dell’accordo quadro, verranno richieste con Ordini di Intervento, ad insindacabile giudizio del Direttore dei Lavori. 

In particolare, si tratterà di pulizia e scerbatura dei cigli stradali, lavori di ripristino e/o regolarizzazione della pavimentazione stradale, di messa in sicurezza delle scarpate e potenziamento delle protezioni a valle, miglioramento e/o potenziamento della funzionalità idraulica delle opere esistenti (cunette, pozzetti, tombini).