267 views 33 sec 0 Comment

I DEBITI CATTIVI E LA PROPAGANDA – Callegari, “Messina ‘salva’? Non ci resta che piangere”

- 03/08/2023

In Italia due comuni su tre sono in predissesto o in dissesto, Messina rientra nella prima categoria. Il fatto che la corte dei conti abbia approvato il piano di riequilibrio, non significa che il debito pubblico del comune di Messina sia stato azzerato, perchè rimane sempre passivo.
Messina è una città in predissesto con un debito che supera le sue effettive possibilità finanziarie e quindi i cittadini sono gravati da un debito che non hanno fatto e che sono costretti a pagare. La normativa del predissesto è un’invenzione dei governi che per ragioni politiche sostengono i debiti che le amministrazioni locali hanno fatto non per investimenti produttivi, ma in gran parte clientelari (è quello che Draghi ha definito il debito cattivo).
Qualsiasi impresa privata con un debito come tante città italiane tra cui Messina, sarebbe stata dichiarata fallita. La sedicente abilità contabile del duo De Luca – Basile, è soltanto propaganda che può convincere solo persone semplici o in malafede.
In conclusione questi uomini della provvidenza si vantano ipocritamente di salvare la città, mentre ammazzano i cittadini costretti a pagare i tributi.

Carlo Callegari dirigente nazionale del Partito Animalista Italiano