151 views 3 min 0 Comment

Messina – Mili S. Pietro perde la scuola dell’infanzia

- 30/06/2023

OGGI, 30 GIUGNO, ULTIMO GIORNO PER LA SCUOLA DELL’INFANZIA DI MILI S. PIETRO
Non sono bastati gli appelli della società civile, i tanti incontri con sindaci ed esponenti delle ultime due giunte comunali per salvare la scuola dell’infanzia di Mili S. Pietro.
Già nell’incontro pubblico dell’11 gennaio 2019 nell’affollata chiesa del villaggio era stata prospettata la proposta di prevedere la sistemazione della scuola dell’infanzia nel plesso scolastico della scuola primaria da ristrutturare in quanto danneggiato da un incendio nel 2016. In tale occasione agli assessori comunali Mondello e Minutoli si faceva presente la particolarità della situazione della scuola dell’infanzia, che in quanto paritaria regionale avrebbe potuto sopravvivere passando a statale solo in presenza di locali nuovi e a norma diversi da quelli della canonica del villaggio. Nulla di concreto da
allora è stato fatto e così, al pensionamento dell’insegnante e con la conclusione delle attività didattiche, oggi la scuola chiude i suoi battenti per sempre, lasciando le famiglie del villaggio senza un fondamentale presidio educativo.
Segnato sembra anche il destino della scuola primaria di Mili S. Pietro, ancora senza un suo plesso e quindi a rischio chiusura. Un barlume di speranza si era acceso con l’inserimento nel bilancio previsionale 2022-2024 (approvato dal Consiglio comunale il 20 aprile 2022) dei fondi per la ristrutturazione prevista per il 2022/2023 che, come dichiarato nella stessa seduta dal dirigente Amato, nelle more della conclusione del progetto definitivo e dei successivi pareri e adempimenti, sarebbero potuti andare in gara d’appalto già dopo un paio di mesi.
Lo stop definitivo ad ogni speranza è arrivato quando gli attuali Giunta e Consiglio, nel luglio dello scorso anno, hanno spostato i fondi previsti al 2024 (con la variazione al bilancio triennale deliberata dal Consiglio comunale il 26/07/2022) senza spiegare come sia stato possibile che le previsioni del dirigente Amato sui tempi dell’avvio dei lavori non si siano verificate. Così, mentre il tempo trascorre tra un rinvio e l’altro, la scuola del’infanzia chiude e a chiusura inevitabile si avvia anche la primaria.
Resta il dato di fatto che le famiglie di Mili S. Pietro perdono due servizi essenziali per i loro figli e che il villaggio non avrà più quell’indispensabile presidio di cultura e legalità che rappresentano le scuole.
È ormai evidente che in sette anni dal 2016 nessuna delle amministrazioni che si sono succedute è stata in grado di mantenere in vita gli unici due servizi essenziali del paese dando indirettamente un incentivo ulteriore all’abbandono e allo spopolamento.