97 views 6 min 0 Comment

Il Consiglio dei Ministri approva la manovra Musumeci: un miliardo per la Sicilia. Anche borsa di studio intitolata a Lorena Quaranta

- 11/10/2022

La manovra di variazione di bilancio presentata dall’ARS, l’ultima del governo Musumeci, supera la schiera di impugnative e viene approvata dal Consiglio dei Ministri. Nei fatti significa circa un miliardo di euro per la Sicilia, dalla semplificazione normative a quelle di spesa.

Ecco quali sono i punti approvati:

Istituita borsa di studio in memoria di Lorena Quaranta

Sala d’Ercole ha anche approvato una norma che istituisce una borsa di studio in favore degli studenti meritevoli delle facoltà di Medicina di Messina in ricordo di Lorena Quaranta, la studentessa favarese specializzanda al policlinico di Messina, vittima di femminicidio.

Le donne vittime di violenza

Anche le donne vittime di violenza vengano inserite nei percorsi di protezione attivati dai servizi sociali. Si tratta di un provvedimento che consentirà a queste donne di poter rientrare nei benefici di una legge regionale del 2000 che prevede l’inserimento lavorativo dei soggetti utilizzati nei lavori socialmente utili. Un segnale concreto di aiuto verso le donne che hanno subito violenza.

Incrementato il Furs, ammonta ad oltre 6 milioni di euro

Scongiurato il taglio al Fondo Unico Regionale per la Spettacolo, che non solo ha mantenuto lo stanziamento dell’anno scorso, ma è stato addirittura incrementato di 300 mila euro, per una disponibilità totale di 6 milioni e 800 Mila euro.

I pescherecci siciliani

L’aula ha anche apprezzato la proposta di prevedere dei benefici economici per i pescherecci siciliani che intervengono nelle operazioni di soccorso dei naufraghi nel Mediterraneo.

I consorzi di bonifica e il comparto vitivinicolo

Sono state sbloccate le assunzioni dei dipendenti dei consorzi di bonifica. Una importante risposta alle esigenze provenienti dal comparto dell’agricoltura
Attenzione anche al comparto viticolo e della ricerca attraverso l’aumento delle giornate lavorative per gli operai specializzati del vivaio regionale Paulsen.

L’Irca e i corsi Ifp

Approvata anche una semplificazione per il travagliato completamento del CDA dell’Irca e l’inizio dei corsi IFP per la formazione dei giovani che scelgono percorsi formativi professionalizzanti in contemporanea all’anno scolastico.

Il settore apistico

Salgono a 500mila euro le somme destinate al rimborso delle spese sostenute in tutto il 2021 per l’acquisto di prodotti adeguati all’alimentazione di soccorso delle api.

La dieta mediterranea

Stanziati 50mila euro per le attività di promozione e tutela della dieta mediterranea.

Fondi per la riqualificazione dei lavoratori

C’è la conferma per i fondi per la revisione dell’ordinamento professionale dei regionali ma anche il trattamento pensionistico integrativo con i relativi trattamenti di reversibilità.

Le cooperative di comunità

E’ stata autorizzata per l’anno 2022 la spesa di 100mila euro a favore delle cooperative di comunità. Le cooperative perseguono lo scopo di soddisfare i bisogni della comunità locale, e con lo stanziamento autorizzato avranno anche una somma a disposizione per valorizzare le competenze della popolazione residente, le tradizioni culturali e le risorse territoriali.

Sette milioni per l’agricoltura siciliana

Sette milioni di euro per l’agricoltura siciliana, per andare incontro alle necessità di un comparto messo a dura prova dagli aumenti del carburante e dagli effetti dei cambiamenti climatici. Un contributo per far fronte all’aumento del costo del carburante agricolo.

Le semplificazioni per gli eventi dal vivo

Per tutti gli eventi di carattere culturale che si svolgeranno dalle ore 8.00 alle ore 23.00 e che coinvolgono massimo 1.000 persone sarà necessaria solo la SCIA, in luogo di tutte le certificazioni di requisiti formali. La tematica è stata posta da Re.A.C.T.S. – Rete Assessori alla Cultura, Turismo e Spettacolo, e include circa 150 Comuni siciliani. La normativa nazionale è valida fino al 31 dicembre 2022.

Mezzo milione di euro per la rimozione dell’amianto

Mezzo milione di euro per la rimozione e lo smaltimento dell’amianto dai siti di archeologia industriale riconosciuti come beni culturali e dotati di decreto di vincolo.

Istituita la Fondazione Calogero Marrone

L’Assemblea regionale siciliana ha anche istituito la fondazione culturale “Calogero Marrone”, l’eroe di origine favarese che, da funzionario del Comune di Varese, salvò la vita a centinaia di ebrei fornendo loro dei documenti d’identità falsi. L’uomo, deceduto nel lager nazista di Dachau e insignito anche del titolo di “Giusto tra le nazioni” sarà ora ricordato anche in Sicilia.
Dalla data di pubblicazione della norma approvata all’Ars, il consiglio comunale di Favara avrà adesso 180 giorni di tempo per approvare lo statuto della fondazione. Secondo quanto previsto, l’ente dovrà essere presieduto dal sindaco pro-tempore della città dell’Agnello pasquale e dovrà avere sede a Favara.
Fra le attività della fondazione ci saranno quelle di ricerca, catalogazione e promozione della figura dell’eroe Calogero Marrone.