61 views 2 min 0 Comment

Città Metropolitana Messina, FP CGIL: nel piano del fabbisogno del personale 2022-2024, impegni NON RISPETTATI

- 14/10/2021
fucile cgil

Città Metropolitana Messina, FP CGIL: nel piano del fabbisogno del personale 2022-2024, nessuna risposta su riqualificazione del personale e impegni non rispettati nella ricontrattualizzazione dei lavoratori part-time

Francesco Fucile, CGIL, “I dipendenti “ringraziano”!! La FP CGIL chiede l’immediata sospensione del provvedimento e l’attivazione di un tavolo di confronto”

«È necessario un intervento immediato per rivedere le decisioni assunte dal Sindaco Metropolitano all’interno del Piano triennale del fabbisogno del personale 2022-2024 in quanto non sono stati rispettati gli impegni relativi alla ricontrattualizzazione del personale part-time e per la inaccettabile decisione di non prevedere alcun posto per le riqualificazioni del personale interno».

Questa la posizione assunta dal segretario della FP CGIL, Francesco Fucile, dalle RSU FP CGIL Carnazza, Lombardo, Allia e Ruggeri, e dal responsabile aziendale Di Giorgio, rispetto ai contenuti del piano del fabbisogno: « Appare superfluo sottolineare – evidenziano i dirigenti sindacali – che sarebbe stato, quantomeno, opportuno avviare un tavolo negoziale di confronto prima di adottare uno strumento di programmazione di tale portata, ma quello che più risulta incomprensibile è non aver tenuto in alcuna considerazione il personale che da decenni contribuisce con competenza e senso del dovere al raggiungimento degli obiettivi dell’Ente, disattendo le giuste aspettative di riqualificazione, nonché gli impegni assunti con gli ex precari per una integrazione oraria.

Stante quanto sopradetto e alla luce del fatto che alcune delle motivazioni sopra esposte rappresentano la giusta rivendicazione di un diritto per i lavoratori interessati, si chiede la sospensione del Decreto in questione e l’attivazione di un tavolo di confronto sulla materia»