La Sicilia in tempo reale

 

Augusta Turiaco è l’ennesima vittima “collaterale”? La famiglia ed i colleghi chiedono verità su Astrazeneca.

Augusta Turiaco è l’ennesima vittima “collaterale”? La famiglia ed i colleghi chiedono verità su Astrazeneca.

 

31 marzo 2021

Augusta Turiaco è morta. L’iter di morte cerebrale iniziato ieri mattina, come previsto, ha dato conferma del suo decesso. E’ l’ennesima morte sospetta siciliana a seguito della somministrazione del vaccino Astrazeneca, che adesso cambia nome e bugiardino, ma che lascia in sospeso tanti, troppi dubbi. Sono gli stessi che la famiglia della 55enne docente di musica della scuola media Gallo di Messina, si chiede e per i quali chiede che vengano sciolti da chi ha il dovere di fare chiarezza.

Il ricordo dei colleghi docenti, degli amici, dei suoi studenti, dei suoi familiari, per una donna solare e buona impongono che si comprenda come, nonostante le sue condizioni di salute fossero ottimali, dopo soli 11 giorni dal vaccino, Augusta sia potuta morire così. Le trombosi che l’hanno attaccata in modo pernicioso e violento non sarebbero giustificate in condizioni di salute normale. Allora la Magistratura, che ha aperto un’inchiesta, si adoperi affinché se effetti collaterali correlabili esistono, vengano dimostrati ed accertati per la sicurezza di tutti.

Nessun attacco alla campagna vaccinale. Nessun allarmismo, si badi bene, solo la verità dei numeri e di fatti che non possono essere assimilati e “sopportati” quali dolorosi “collaterals“, le vittime di guerra necessarie a vincere una battaglia. Di vittime ne abbiamo viste tante, troppe, e non vogliamo scriverne di altre. Neanche di una in più.

 

AGGIORNAMENTO – Augusta Turiaco dona reni e cornee per volere della famiglia. Ennesimo gesto d’amore per gli altri.

Cordoglio e vicinanza alla famiglia di Augusta da parte di vocedipopolo.it

No comments

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: