216 views 2 min 0 Comment

UGL Salute bene apertura oncologia all’Ospedale di Barcellona Pozzo di Gotto ma chiarezza su programmi e futuro

- 23/05/2023

Ugl Salute Messina e UTL- UGL di Messina valutano positivamente l’apertura del reparto di oncologia presso l’Ospedale di Barcellona Pozzo di Gotto – “la notizia apparsa su alcuni quotidiani locali dell’avvenuta apertura del Reparto di Oncologia all’Ospedale di Barcellona- afferma il segretario provinciale della UGL Salute Fabrizio Denaro– è sicuramente un segnale positivo per tutti i cittadini dell’area tirrenica, che conferma l’attenzione e l’impegno del Commissario Straordinario Dino Alagna sul tema. Sembrano prossimi alla chiusura i lavori del Pronto soccorso, anche se in questo caso la riapertura pare sia ostacolata dalla difficoltà di reclutare le professionalità necessarie, nonostante l’avvio delle procedure di selezione. Problematiche inimmaginabili fino a prima del COVID ma che oggi confermano ulteriormente la fragilità del sistema sanitario post-covid. Visto il ripetersi in diverse aziende ospedaliere dello stesso problema, riteniamo sia utile che Aziende Sanitarie e Regione lavorino in sinergia per trovare tutte le soluzioni possibili. Un ospedale è funzionate solo e quando tutti i servizi previsti sono realmente attivi e integrati fra loro”.

Il segretario della UTL-UGL di Messina Tonino Sciotto “ dall’incontro che si terrà giovedì tra i sindaci del distretto e i rappresentanti della Fondazione Giglio si attendono novità importanti. Come organizzazione sindacale auspichiamo che conclusa questa fase preliminare, anche le parti sociali vengano coinvolte per comprendere quali siano i programmi e le finalità della proposta della Fondazione Giglio. Ribadiamo che l’UGL è d’accordo ad una sinergia tra sanità pubblica e privata, per il bene dell’utenza, e affinché si dia un servizio migliore al territorio. In questo delicato momento storico comprendiamo che la sanità pubblica ha bisogno di aiuto, ma non deve venire meno il principio della trasparenza e rispetto delle procedure, ricordando sempre che la priorità sono i malati. Chiediamo, pertanto, chiarezza sul futuro dell’Ospedale di Barcellona e, più in generale, sul futuro della sanità messinese”