69 views 2 min 0 Comment

Lavoro nero – I Carabinieri elevano 20 mila euro di sanzione a cantiere di Messina e sospendono attività.

- 14/04/2023

Nel quadro delle iniziative finalizzate alla prevenzione e alla repressione dei reati inerenti alla sicurezza sui luoghi di lavoro e l’emersione del lavoro nero, disposti dal Comando Provinciale Carabinieri di Messina, i militari della Compagnia di Messina Centro e del locale Nucleo Ispettorato del Lavoro hanno sottoposto a verifica un cantiere edile allestito a Villafranca Tirrena.

Nel corso dell’attività ispettiva, i militari dell’Arma hanno effettuato approfondite verifiche in tutti gli ambiti ove potevano emergere eventuali situazioni tali da mettere in pericolo la sicurezza e la salute dei lavoratori, nonché violazioni concernenti gli aspetti contrattualistici e previdenziali. All’esito dei controlli, i Carabinieri hanno accertato diverse violazioni alla normativa di settore, tra cui la non corretta predisposizione di un ponteggio, l’omessa dotazione dei dispositivi di protezione individuale per i lavoratori e la mancata sottoposizione alla prescritta visita medica del personale dipendente. Inoltre, durante il controllo, i militari hanno scoperto la presenza di un lavoratore “in nero”. Il responsabile del cantiere è stato, pertanto, denunciato e a suo carico sono state irrogate ammende e sanzioni per l’ammontare di oltre 20.000 euro, con la contestuale sospensione dell’attività e l’obbligo di regolarizzare la posizione del lavoratore.

La campagna dei controlli dei Carabinieri del Comando Provinciale di Messina e del Nucleo Ispettorato del Lavoro, nel settore edile, proseguirà nei prossimi mesi in tutta la provincia, con l’obiettivo di continuare nell’incisiva azione di prevenzione e contrasto alle gravi violazioni, che danneggiano fortemente i diritti dei lavoratori e mettono a serio rischio la loro incolumità.