254 views 2 min 0 Comment

Chi è il Sindaco di Messina? De Luca “ordina” al “suo” Federico Basile di far firmare le dimissioni dei CDA delle partecipate e degli assessori. Il “tagliando” a Messina lo decide il Sindaco di Taormina

- 07/05/2024

Il Sindaco di Taormina, candidato alle Europee ma costretto in ospedale, chiede al Sindaco di Messina Federico Basile di provvedere affinché si proceda “alla firma delle dimissioni dei CDA delle partecipate e di tutti gli assessori“. Un diktat di Cateno De Luca al quale si ipotizza che il “nostro” sindaco di Messina, da De Luca definito “suo”, adempierà senza se e senza ma. Ma chi decide a Messina? Colui che è stato eletto dal popolo o il sindaco della città di Taormina, provincia di Messina? La domanda oggi come non mai è più che legittimo porsela. E Messina è ancora città metropolitana o è diventata provincia del Regno di Taormina? I toni di Cateno De Luca sono quelli di un leader amareggiato che mira al repulisti interno. Così il rimpasto nell’amministrazione Basile/De Luca viene deciso, per così dire, a Taormina.

I toni del Sindaco della Perla dello Jonio poi trascendono e si fanno più crudi, quanto meno, riguardo ad un movimento, quello di Sud chiama Nord, che, proprio nel momento più delicato di una difficile campagna elettorale sembra sempre più perdere pezzi. Sarà la pressante richiesta di sostegno finanziario, saranno le scelte per il collegamento stabile tra Sicilia e Calabria, sarà l’assenza del leader costretto in ospedale, ma dopo De Leo si ventilano altri abbandoni, a cominciare dal Consiglio Comunale.

Sud chiama Nord appare sempre più “nave senza nocchiero in gran tempesta“, con il suo comandante che soffre in ospedale per le cure a cui è costretto e nell’incertezza su come condurre la ormai sempre più difficile campagna elettorale: “Lo dico oggi da un letto di ospedale e con l’amarezza nel cuore di non sapere ancora come posso fare campagna elettorale con la consapevolezza che non voglio più trovarmi in queste condizioni a causa di Satiri danzanti sul mio cadavere.”. Amarezza e dramma, ingredienti tipici di un leader che rischia di rimanere da solo.