ITALY EMERGENZA: PM CHIEDE RINVIO A GIUDIZIO PER PRESIDENTE E COORDINATRICE AMMINISTRATIVA

Messina, 24 Gen – Si è tenuta oggi al Tribunale di Messina l’udienza preliminare nella quale è stato chiesto il rinvio a giudizio nei confronti di Anita Rigano Presidente pro tempore della Italy Emegenza e Marina Currò coordinatrice amministrativa . I fatti contestati dal Pubblico Ministero dottoressa Stefania La Rosa sono riconducibili alla coercizione con la quale le imputate avrebbero costretto i dipendenti della Italy Emergenza ad accettare la sottoscrizione di accordi di conciliazione, comportanti la rinuncia a diversi benefici , economici e non, quali ad esempio ferie, scatti di anzianità, trattamenti retributivi, e ciò, secondo l’accusa, al solo fine di procurarsi un ingiusto profitto .Durante la fase di indagine trentuno lavoratori sono sono stati ascoltati dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Messina. I lavoratori ascoltati dagli inquirenti erano, all’epoca dei fatti, in servizio presso i policlinici di Palermo e Messina.

I lavoratori hanno dichiarato di essere stati minacciati che ove non avessero firmato sarebbero stati licenziati.

E’ una battaglia che abbiamo intrapreso nel 2020” dichiara Clara Crocè dirigente della FIADEL di Messina. “Una lunga vertenza che stiamo portando avanti grazie al coraggio dei lavoratori di Messina e Palermo che hanno avuto la determinazione di denunciare non solo la sottoscrizione delle conciliazione ma anche tanto altro in merito alla gestione del servizio presso i policlinici di Palermo e Messina – continua Clara Crocè – Stamane insieme a dei lavoratori ho chiesto la costituzione di parte civile in via personale” . L’udienza è stata rinviata al 28 marzo su richiesta dei legali che hanno chiesto di avvalersi del rito alternativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to top
Close