Ciclismo – Anniversario della morte di Giovannino Corrieri: quando con Bartali salvarono il Paese

di Giuseppe Girolamo

Oggi ricorre l’anniversario della morte di Giovannino Corrieri. Il ciclista messinese – per anni fedelissimo gregario di Gino Bartali – morì il 22 gennaio 2017, all’età di 96 anni. Corrieri faceva parte nella nazionale italiana al Tour de France 1948 vinto da Bartali. In quella edizione Corrieri conquistò l’ultima frazione quella con arrivo ai Campi Elisi. La vittoria di Bartali spostó l’attenzione del popolo sulla gara francese, attenuando cosi le sommosse di piazze nate dopo l’attentato a Palmiro Togliatti, segretario dell’allora Partito Comunista.

La storia parla di una telefonata proprio di Alcide De Gasperi a Bartali. Il Presidente del Consiglio chiedeva al ciclista toscano di vincere il Tour; solo in questo modo i rivoltosi avrebbero potuto placare la loro rabbia per l’attentato a Togliatti. E “Ginettaccio”, così come Garibaldi, rispose “obbedisco”.

Per questo al rientro in patria, Bartali, Corrieri e tutti gli alfieri della Nazionale vennero accolti da Eroi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to top
Close