Porto Empedocle: sbarcate le salme dei bambini morti per l’incendio durante la traversata

ASCOLTA L'ARTICOLO

Quattro bare bianche sulla banchina del molo di Porto Empedocle. Sono le salme delle gemelline di 20 giorni morte per ipotermia durante la traversata. Bambini di 2 anni e di 10 mesi uccisi dall’incendio divampato sul barchino durante la traversata. Provengono da Lampedusa. Assieme ai piccoli feretri anche quello di una donna.

Collocati sulla banchina, fra lo strazio dei genitori delle due piccine e del fratellino di 4 anni, i sindaci di Agrigento, Porto Empedocle, Favara e Joppolo Giancaxio hanno deposto dei mazzi di fiori. Presente anche il prefetto Maria Rita Cocciufa. Tutti, in silenzio, hanno pregato per le vittime di quella che è una catena infinita.

Comune di Messina – Rette, tributi e imposte, moratoria per famiglie e riduzioni per le imprese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to top
Close