MARIJUANA IN CANTINA. LA POLIZIA DI STATO ARRESTA VENTIDUENNE MESSINESE E SEQUESTRA PIU’ DI MEZZO CHILO DI SOSTANZA STUPEFACENTE

ASCOLTA L'ARTICOLO


I Poliziotti delle Volanti, durante l’ordinaria attività di controllo del territorio, hanno proceduto
all’arresto di un ventiduenne messinese ritenuto responsabile del reato di detenzione ai fini di spaccio
di sostanza stupefacente.
A tradire l’uomo, mettendo subito i Poliziotti sulle sue tracce, il forte odore di marijuana
proveniente da uno dei box dello stabile, in questa via San Iachiddu.
Risaliti all’identità del soggetto a cui la cantina è riconducibile, i Poliziotti hanno effettuato una
capillare perquisizione, rinvenendo e sequestrando più di 600 grammi di sostanza stupefacente
risultata, al successivo narcotest del locale Gabinetto di Polizia Scientifica, un derivato della
Cannabis.
La droga, già suddivisa in sacchetti di cellophane ben sigillati e verosimilmente pronti ad essere
smerciati in città, veniva rinvenuta assieme a due bilancini di precisione, tipicamente utilizzati per la
realizzazione delle singoli dosi. Trovato altresì un block-notes con diversi appunti, tutti
probabilmente relativi alla compravendita della sostanza stupefacente.
Dopo l’arresto in flagranza di reato, l’uomo – su disposizione dell’Autorità Giudiziaria – è stato
sottoposto agli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo, che ha convalidato l’arresto e disposto
l’obbligo di presentazione alla P.G.
Si precisa che il procedimento è ancora in fase di indagini preliminari e che, in ossequio al
principio di non colpevolezza e fino a sentenza di condanna passata in giudicato, sarà svolto ogni
ulteriore accertamento che dovesse rendersi necessario, anche nell’interesse dell’indagato.

Comune di Messina – Rette, tributi e imposte, moratoria per famiglie e riduzioni per le imprese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to top
Close