Reddito di cittadinanza, scovati due coniugi furbetti. Spese di affitto false per ottenere 3mila euro al mese di contributo

ASCOLTA L'ARTICOLO

Scovati altri due furbetti del reddito di cittadinanza. Si tratta di due coniugi di 37 e 35 anni che sono stati denunciati dai carabinieri a Scoglitti, frazione di Vittoria (Ragusa). L’accusa è di truffa aggravata e dichiarazioni mendaci ai fini del percepimento del reddito di cittadinanza.

Dalle indagini emerge che la coppia al fine di assicurarsi una quota maggiore del beneficio aveva presentato all’Inps una documentazione relativa a un contratto di affitto mensile per un immobile che, però, risultava non più in essere da anni. L’escamotage avrebbe permesso ai due coniugi di percepire un reddito di cittadinanza maggiorato proprio in proporzione al rimborso delle spese di affitto di fatto inesistenti, riuscendo così a ottenere illecitamente la somma complessiva di oltre 3.000 euro. E’ così scattata la denuncia. 

Comune di Messina – Rette, tributi e imposte, moratoria per famiglie e riduzioni per le imprese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to top
Close