Navigazione sullo Stretto di Messina – Nuovo accordo  per i marittimi di Meridiano Lines. La Uiltrasporti Messina: un altro passo verso la tutela dei lavoratori dello Stretto. Chiuse con esito positivo le procedure di sciopero.

Nella giornata di ieri, mercoledì , presso la sede di Confindustria di Reggio Calabria si è tenuto l’incontro tra sindacati ,le RSA e la società Meridiano Lines che si occupa del traghettamento gommato pesante sullo Stretto di Messina  .   L’incontro , che faceva seguito ad un percorso intrapreso da mesi tra le parti ,  si è tenuto dopo l’avvio delle procedure di sciopero di Uiltrasporti Calabria e Messina, lo scorso 4 ottobre , legate alla richiesta sindacale di una nuova e più idonea  turnistica di lavoro del personale impegnato nel traghettamento dei mezzi dal porto di Tremestieri a Reggio Calabria . 

“Abbiamo richiesto per il personale marittimo impiegato sullo Stretto turni di lavoro più flessibili  e idonei alle esigenze e ai carichi di lavoro a cui sono sottoposti  – dichiarano Michele Barresi segretario generale Uiltrasporti Messina e Antonino Di Mento  segretario generale aggiunto Uilt Messina  con delega all’area dello Stretto – e ci riteniamo soddisfatti dagli impegni sottoscritti in tal senso dalla Società e lo reputiamo un importante obbiettivo raggiunto dai lavoratori marittimi .

L’Amministratore della società Meridiano Lines,  Dr. Filippo Arecchi , ha rappresentato durante l’incontro  ai sindacati  le difficoltà legate al momento storico dei trasporti in generale e le conseguenti criticità che anche Meridiano Lines sta affrontando sullo Stretto, comunicando tuttavia come il management abbia deciso di procedere all’armamento di una seconda unità navale, la quale andrà ad aggiungersi a quella già in servizio per il traffico commerciale sulla tratta Reggio Calabria- Tremestieri.

Dopo un ampio ed articolato confronto, ed in virtù di un  ambizioso piano aziendale, già in itinere, la società è venuta incontro alle richieste portate al tavolo dalla UilTrasporti, dando immediata risposta con l’attivazione dell’arruolamento di un equipaggio aggiuntivo, il quale permetterà appunto, di rendere più flessibili gli attuali turni dei marittimi impiegati come da richieste avanzate dalla Uiltrasporti.

La trattativa è stata seguita passo passo  per la  Uiltrasporti Messina dal segretario generale aggiunto Antonino Di Mento e dalle Rappresentanze dei lavoratori che al termine della riunione si sono dichiarati  ampiamente soddisfatti per il risultato raggiunto a favore dei  lavoratori marittimi.

Reputiamo l’accordo con Meridiano Lines un altro tassello importante verso la tutela delle regole del complesso mondo del lavoro nell’area dello Stretto  di Messina – dichiarano Barresi e Di Mento – e giudichiamo importante  lo sforzo di crescita  annunciato ai sindacati dalla Società con l’avvio di una seconda nave sullo stretto che rappresenta una scommessa che Meridiano Lines  si appresta a fare aumentando la propria flotta per un servizio commerciale più efficiente sulla tratta Reggio Calabria – Tremestieri dando segnali importanti di sviluppo  per la società e migliori prospettive per i propri dipendenti e per l’occupazione di quest’area .

Una successiva piattaforma di confronto, è stata inoltre prevista dalle parti , conclude la Uiltrasporti, per la definizione di alcune problematiche dei lavoratori  ancora da trattare ma la società si è resa disponibile e pertanto le procedure di sciopero, sono state revocate.

Navigazione sullo Stretto di Messina – Nuovo accordo  per i marittimi di Meridiano Lines. La Uiltrasporti Messina: un altro passo verso la tutela dei lavoratori dello Stretto. Chiuse con esito positivo le procedure di sciopero.

Nella giornata di ieri, mercoledì , presso la sede di Confindustria di Reggio Calabria si è tenuto l’incontro tra sindacati ,le RSA e la società Meridiano Lines che si occupa del traghettamento gommato pesante sullo Stretto di Messina  .   L’incontro , che faceva seguito ad un percorso intrapreso da mesi tra le parti ,  si è tenuto dopo l’avvio delle procedure di sciopero di Uiltrasporti Calabria e Messina, lo scorso 4 ottobre , legate alla richiesta sindacale di una nuova e più idonea  turnistica di lavoro del personale impegnato nel traghettamento dei mezzi dal porto di Tremestieri a Reggio Calabria . 

“Abbiamo richiesto per il personale marittimo impiegato sullo Stretto turni di lavoro più flessibili  e idonei alle esigenze e ai carichi di lavoro a cui sono sottoposti  – dichiarano Michele Barresi segretario generale Uiltrasporti Messina e Antonino Di Mento  segretario generale aggiunto Uilt Messina  con delega all’area dello Stretto – e ci riteniamo soddisfatti dagli impegni sottoscritti in tal senso dalla Società e lo reputiamo un importante obbiettivo raggiunto dai lavoratori marittimi .

L’Amministratore della società Meridiano Lines,  Dr. Filippo Arecchi , ha rappresentato durante l’incontro  ai sindacati  le difficoltà legate al momento storico dei trasporti in generale e le conseguenti criticità che anche Meridiano Lines sta affrontando sullo Stretto, comunicando tuttavia come il management abbia deciso di procedere all’armamento di una seconda unità navale, la quale andrà ad aggiungersi a quella già in servizio per il traffico commerciale sulla tratta Reggio Calabria- Tremestieri.

Dopo un ampio ed articolato confronto, ed in virtù di un  ambizioso piano aziendale, già in itinere, la società è venuta incontro alle richieste portate al tavolo dalla UilTrasporti, dando immediata risposta con l’attivazione dell’arruolamento di un equipaggio aggiuntivo, il quale permetterà appunto, di rendere più flessibili gli attuali turni dei marittimi impiegati come da richieste avanzate dalla Uiltrasporti.

La trattativa è stata seguita passo passo  per la  Uiltrasporti Messina dal segretario generale aggiunto Antonino Di Mento e dalle Rappresentanze dei lavoratori che al termine della riunione si sono dichiarati  ampiamente soddisfatti per il risultato raggiunto a favore dei  lavoratori marittimi.

Reputiamo l’accordo con Meridiano Lines un altro tassello importante verso la tutela delle regole del complesso mondo del lavoro nell’area dello Stretto  di Messina – dichiarano Barresi e Di Mento – e giudichiamo importante  lo sforzo di crescita  annunciato ai sindacati dalla Società con l’avvio di una seconda nave sullo stretto che rappresenta una scommessa che Meridiano Lines  si appresta a fare aumentando la propria flotta per un servizio commerciale più efficiente sulla tratta Reggio Calabria – Tremestieri dando segnali importanti di sviluppo  per la società e migliori prospettive per i propri dipendenti e per l’occupazione di quest’area .

Una successiva piattaforma di confronto, è stata inoltre prevista dalle parti , conclude la Uiltrasporti, per la definizione di alcune problematiche dei lavoratori  ancora da trattare ma la società si è resa disponibile e pertanto le procedure di sciopero, sono state revocate.

Comune di Messina – Rette, tributi e imposte, moratoria per famiglie e riduzioni per le imprese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to top
Close