Gruppo consiliare FdI – Interrogazione urgente a risposta scritta sulla Piscina “Cappuccini” e stato degli impianti natatori nella città di Messina

Il gruppo consiliare di “Fratelli d’Italia”, rappresentato da Libero Gioveni, Dario Carbone e Pasquale Currò, ha presentato una interrogazione urgente a risposta scritta al Sindaco di Messina ed all’Assessore allo Sport avente ad oggetto la Piscina “Cappuccini” e lo stato degli impianti natatori nella città di Messina avendo appreso dalla stampa della volontà dell’Amministrazione Comunale di “tagliare” la fornitura di gas all’impianto natatorio della “Piscina Cappuccini” rendendone inevitabile la chiusura visto l’arrivo della stagione autunnale ed invernale.

Abbiamo appreso della difficoltà (rectius: della mancata volontà) di trovare una soluzione che consenta la regolare fruizione dello storico impianto sito sul Torrente Trapani a causa di un contenzioso legale tra il Comune di Messina e la Società Waterpolo Asd. Il Comune di Messina ha annunciato che chiuderà il gas con la conseguenza che, con l’arrivo della stagione autunnale, senza l’impianto di riscaldamento, la piscina scoperta dovrà chiudere i battenti con grave nocumento per i fruitori abituali ed i cittadini messinesi tutti. Ricordiamo inoltre, come se non bastasse, che ormai da anni, a causa del crollo del tetto dell’impianto, risulta chiusa ed inagibile la piscina interna” hanno dichiarato i Consiglieri di “Fratelli d’Italia”.

Segnaliamo inoltre – a riprova della particolare attenzione prestata alla tematica dalla cittadinanza – che una raccolta firme avviata nelle scorse ora ha già raggiunto quasi 1.000 firme e che trovare una rapida soluzione rappresenta una esigenza indifferibile.” continuano Carbone, Gioveni e Currò.

Abbiamo potuto verificare ulteriormente, anche a seguito di numerose segnalazioni di cittadini messinesi che ci sono pervenute, l’assoluta insufficienza degli impianti natatori nella nostra città, considerata la “momentanea” (ormai già dal 2019) chiusura della Piscina Comunale “Graziella Campagna” che va ad aggiungersi alla cronica assenza di impianti nella zona Sud di Messina. Non è certamente nostro compito stabilire da quale parte sia il torto o la ragione, ma quando su alcuni beni comuni della cittadinanza si instaurano dispute legale privando i messinesi della libera fruizione non si fa il bene di Messina ed è per questo che chiediamo all’Amministrazione di informarci delle soluzioni concrete ed immediate per risolvere una problematica di grande impatto sociale.” concludono.

Comune di Messina – Rette, tributi e imposte, moratoria per famiglie e riduzioni per le imprese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to top
Close