Bambina morta a Sant’Agata di Militello. La Cassazione conferma la condanna del medico

La IV sezione della Cassazione ha confermato la condanna del medico Maria Gabriella Dongarrà a 2 anni e 4 mesi per omicidio colposo. Il processo si riferisce al caso della morte di Sharon Manasseri di due anni che morì il 18 dicembre 2014 all’ospedale di Sant’Agata di Militello. La bimba era stata accompagnata al nosocomio dalla madre, Giuseppina Gullia, e dal padre, Giovanni Manasseri, per disturbi allo stomaco e perché vomitava.

Ricoverata la piccola Maria Gabriella morì, però, poche ore dopo a causa di un’occlusione intestinale. La Procura riteneva che, con esami più accurati, la bimba si sarebbe potuta salvare, ma il medico, secondo la teoria accusatoria, non avrebbe eseguito le analisi necessarie per evitarne la morte. I genitori dopo il decesso della figlia avevano presentato una denuncia alla polizia. Ottenuto anche un risarcimento per complessivi 100 mila euro.

Comune di Messina – Rette, tributi e imposte, moratoria per famiglie e riduzioni per le imprese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to top
Close