Ingiurie e minacce al giornalista, l’Ordine Nazionale segnala De Luca al Ministero dell’Interno e si costituirà parte civile in eventuale processo


Raffica di minacce e insulti volgari dal candidato alla presidenza della Regione  contro il collega del Giornale di Sicilia. L’Ordine segnala a Ministero dell’Interno ed è pronto ad azioni di tutela legale.

“Una sequenza impressionante e inaccettabile di volgarità, offese e minacce dal tono violento e aggressivo a cui si aggiungono insulti e accuse di connivenza con la mafia, è quanto si vede in un video del candidato alla Regione Sicilia Cateno De Luca in un attacco senza precedenti a un collega del Giornale di Sicilia. – lo afferma il presidente dell’Ordine Carlo Bartoli – La violenza verbale del messaggio è tale che invieremo immediatamente la segnalazione al centro di coordinamento per la sicurezza dei giornalisti operativo presso il Ministero dell’Interno. Un’aggressione verbale di tale portata mette a rischio l’incolumità del collega e di tutti i redattori della testata.

Nessun eventuale errore, vero o presunto e comunque tutto da dimostrare, può giustificare la ripetizione più e più volte di epiteti inqualificabili conditi a minacce.  Il Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti si impegna a tutelare la dignità della categoria e della professione, siamo pronti a costituirci parte civile a fianco del collega e della testata a cui va tutta la nostra solidarietà.”

Comune di Messina – Rette, tributi e imposte, moratoria per famiglie e riduzioni per le imprese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scroll to top
Close