Ex Ferrotel ed ex Servirail fermi al palo. De Luca (M5S): «Intollerabile l’inerzia di Regione e Cas»


 MESSINA – «Nonostante la recente approvazione da parte dell’Ars della norma che consente ai lavoratori ex Ferrotel ed ex Servirail di essere impiegati per il rafforzamento dei servizi di vigilanza e di manutenzione stradale del Cas, devo registrare e denunciare l’inerzia del Governo regionale e del Consorzio Autostrade Siciliane». Così in un comunicato stampa il deputato regionale del Movimento Cinque Stelle Antonio De Luca.
«Ormai – continua il parlamentare pentastellato – non ci sono più giustificazioni per tenere al palo le decine di famiglie che attendono da troppo tempo di vedere finalmente risolta la loro vertenza lavorativa: le risorse economiche ci sono e la norma che bloccava  le assunzioni è stata eliminata. Non è dunque più tollerabile l’immobilismo di  Regione e Cas».  
L’on. Antonio De Luca sollecita il Governo regionale ed il Consorzio Autostrade Siciliane a redigere e a sottoscrivere in tempi brevi la convenzione che permetta  ai lavoratori ex Ferrotel ed ex Servirail di poter tornare a lavorare  e ad occuparsi dei servizi di vigilanza e di manutenzione stradale del Cas.
«Ho contattato personalmente il dirigente dell’assessorato, che si è impegnato a convocare questa settimana i vertici del CAS per definire la questione. Ma non basta. È giunta l’ora di porre fine a questa triste storia di precariato infinito, perché la misura è colma. L’assessore Falcone e il Cas

– conclude il deputato regionale del Movimento Cinque Stelle – passino dalle parole ai fatti, il tempo degli annunci è terminato, ed è giunta l’ora di concretizzare. E’ una questione di serietà».

Comune di Messina – Rette, tributi e imposte, moratoria per famiglie e riduzioni per le imprese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to top
Close