Arrestato il primario di Cardiochirurgia Carmelo Mignosa. Corruzione e turbativa d’asta

Il primario di Cardiochirurgia del Policlinico di Catania Carmelo Mignosa è stato arrestato con l’accusa di corruzione e turbativa d’asta.

A eseguire la misura cautelare degli arresti domiciliari, richiesta dal pm Fabio Regolo a conclusione di una indagine coordinata dal procuratore Carmelo Zuccaro, è stata la Guardia di finanza.

L’inchiesta riguarda la gara d’appalto per la fornitura di ‘materiale specialistico per cardiochirurgia’ bandita lo scorso 25 marzo dall’Azienda ospedaliero-universitaria Policlinico “G. Rodolico-San Marco” di Catania. Base d’asta: 17 milioni, più «opzione di proroga tecnica annuale ed eventuale utilizzo del quinto d’obbligo», per un valore complessivo stimato in circa 30 milioni.

L’8 agosto s’erano concluse  le procedure di apertura delle buste con le offerte economiche dei  122 lotti «unici e inscindibili, da svolgersi su piattaforma informatica». Il giorno dopo  i militari delle fiamme gialle hanno eseguito l’ordinanza del gip, evidentemente perché il quadro probatorio dell’inchiesta, partita alcuni mesi fa, era già tanto chiaro da poter intervenire prima che l’appalto fosse definitivamente aggiudicato.

Fra le anomalie emerse c’è la circostanza che il capitolato tecnico non fosse stato firmato da Mignosa, come per prassi avviene sempre, ma dal suo vicario Rocco Miduri, che risulta anch’essso indagato. Il direttore di Cardiochirurgia arrestato, invece, era nella commissione tecnica di gara. Nessun altro componente risulta al momento iscritto nel registro degli indagati.

Ma l’inchiesta, fondata anche su riscontri documentali e intercettazioni che avrebbero tracciato il quadro corruttivo, non si ferma: la guardia di finanza, negli ultimi giorni, ha acquisito ulteriori atti al Policlinico. Le attenzioni sono rivolte soprattutto su due delle imprese partecipanti.

Comune di Messina – Rette, tributi e imposte, moratoria per famiglie e riduzioni per le imprese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scroll to top
Close