Un arrestato, circa 3400 persone controllate: questo il bilancio dell’attività della Polizia di Stato in ambito ferroviario in Sicilia.

VIDEO – Controlli dei Carabinieri nel week end a Messina, 6 denunce.

Un arrestato, 3.388 persone controllate, 32 treni presenziati, 75 veicoli ispezionati e 301 pattuglie impegnate nei servizi di vigilanza in stazione, a bordo treno e lungo la linea ferroviaria: è questo il bilancio delle principali attività di controllo, nel periodo dal 30 maggio al 5 giugno, della Polizia Ferroviaria in tutta la Sicilia.

Nella settimana appena trascorsa la Polfer siciliana è stata anche impegnata nella quinta Operazione “Stazioni Sicure”, pianificata, su tutto il territorio nazionale, dal Servizio Polizia Ferroviaria, al fine di incrementare il livello di sicurezza in ambito ferroviario.

Due le persone rintracciate dagli agenti della Polfer di Messina e di Agrigento. In particolare, a Messina è stata ritrovata una donna, affetta da problemi psichici, che si era allontanata da diversi giorni dalla struttura sanitaria presso cui era in cura. Ad Agrigento, invece, i poliziotti hanno rintracciato e riaffidato alla comunità da cui si era scappato, un minore somalo in procinto di prendere un treno.

A Palermo, gli agenti della Polfer hanno restituito a due persone i documenti, le carte di credito e gli effetti personali che avevano smarrito in diverse circostanze.

Anche nell’ultima settimana non è mancato l’impegno nelle scuole per l’educazione alla legalità e alla sicurezza ferroviaria. Circa 40 bambini, della scuola elementare “Giotto – Cipolla” di Palermo, accompagnati dagli insegnanti, hanno completato il loro percorso formativo nell’ambito del progetto “Train to be cool” visitando la stazione di Palermo centrale e gli uffici della Polizia Ferroviaria.

amata web

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scroll to top
Close