Risanamento a Messina, M5S: “Il Commissario Santoro continua a sopperire alle mancanze di chi c’era prima”

I consiglieri comunali Cannistrà, Argento e Fusco intervengono sul degrado di Camaro Sottomontagna, Salita Tremonti, via delle Mura e via Macello Vecchio.

Messina, 10 maggio – “Il Commissario straordinario del Comune, Leonardo Santoro, ancora una volta, sopperisce alle mancanze dell’amministrazione uscente. Questa volta, la questione riguarda alcune aree delle baraccopoli invase dai rifiuti.

Facciamo riferimento, in particolare, alle zone di Camaro Sottomontagna, Salita Tremonti, via delle Mura e via Macello Vecchio, dove è stata appurata la grave ed evidente situazione di degrado, dovuta alla necessità di rimozione, pulizia e smaltimento di rifiuti abbandonati nelle aree delle baraccopoli, ormai prossime alla demolizione.

I cittadini sono stanchi di convivere con questo degrado e nei giorni scorsi c’è stata anche la plateale protesta di alcuni residenti di via Gerobino Pilli, che hanno bloccato la strada e il transito di auto e bus verso e da Camaro San Paolo. Questi messinesi per tanto, troppo tempo, hanno segnalato alle autorità competenti questi disagi, ma sono rimasti inascoltati.”, dichiarano i consiglieri comunali del MoVimento 5 Stelle, Cristina Cannistrà, Andrea Argento e Giuseppe Fusco.

“Ringraziamo il prezioso lavoro che sta portando avanti dal Commissario Santoro che, in pochissimo tempo, ha individuato le somme necessarie per consentire l’immediato avvio di un’attività di rimozione dei rifiuti, anche speciali, con l’immediato e successivo abbattimento dei ruderi delle baracche.

Con questa azione si può finalmente procedere alla rimozione, alla pulizia e allo smaltimento dei rifiuti abbandonati nelle aree delle diverse baraccopoli di prossima demolizione e alla riqualificazione urbana.

Un’attività urgente che mira a tamponare disagi durati fin troppi anni, che certamente non possono essere risolti da chi li ha causati o ignorati per mesi o per anni”, concludono i tre consiglieri comunali M5S.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scroll to top
Close