Polizia Municipale: cambi di profilo per circa 80 agenti. Operazione “pulizia” di De Luca senza risparmio. Segreteria generale riconosce diritto a indennità (e arretrati?)

VIDEO – Controlli dei Carabinieri nel week end a Messina, 6 denunce.

Novità per gli ex agenti di Polizia Municipale che per decisione dell’ex sindaco di Messina Cateno De Luca e l’ex assessore al ramo Dafne Musolino erano stati fatti transitare al ruolo civile a cause della loro inabilità ai servizi esterni. L’ufficio legale del Comune risponde ad una richiesta del CSA che chiede il riconoscimento del pagamento dell’indennità di vigilanza in quanto componente strettamente legata al trattamento economico fondamentale in quanto connessa al profilo professionale posseduto e quindi non sopprimibile.

La segreteria generale del Comune ha stabilito accoglibile in parte la diffida in questione. Ciò significa che “l’operazione pulizia”, come la definì De Luca, non ha portato alcun risparmio per l’amministrazione comunale. Anzi: ogni dipendente ridotto al servizio civile, in base a quanto esposto dalla nota della segreteria generale del Comune, avrebbe diritto agli arretrati delle indennità non pagate con incombente danno erariale, come avevamo già scritto tempo fa. Ad annunciare la novità Gaetano Giordano che aveva la diffidato più volte l’amministrazione De Luca e che , con il CSA, ha inoltrato la diffida e le richieste di chiarimento e di resistenza contro quanto operato dall’ex amministrazione. Fin da subito fu fatto presente da parte del CSA con Pietro Fotia dell’assenza di risparmio nell’operazione in questione, oltre che da alcuni consiglieri comunali. Ma l’amministrazione De Luca portò (quasi) a termine il declassamento di 80 agenti di Polizia Municipale, dei quali molti con patologie ed inabili al servizio spesso per motivi legati proprio al servizio svolto negli anni. Di questi il Commissario ha analizzato la situazione di 20 di questi, ma dovrebbe allargarsi anche agli altri.

Adesso sarà l’ufficio legale del CSA a valutare il da farsi contro l’operazione “pulizia” di Cateno De Luca e Musolino.

amata web

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scroll to top
Close