Filt Cgil e Uiltrasporti: nuovi dirigenti Atm, solo inutili aggravi di costi per l’azienda pubblica 

VIDEO – Controlli dei Carabinieri nel week end a Messina, 6 denunce.

La replica del direttore generale di Atm alle nostre osservazioni in merito ai bandi di dirigente ci appare volutamente confusionaria.  Entrando nel merito, occorre precisare – dichiarano Filt Cgil e Uiltrasporti – che in azienda esistono già dipendenti con la qualifica di funzionario, sia amministrativo, con ben due unità in organico, e sia all’esercizio, con due unità nel settore tranvia e ben tre al gommato, le quali per normativa sono bastevoli per ricoprire le funzioni e le responsabilità richieste, senza bisogno di un ulteriore ruolo dirigenziale con relativi aggravi di spesa. L’azienda stessa ha infatti nei mesi scorsi declassato il ruolo di dirigente alla tranvia a quello di funzionario, assumendo con concorso esterno, mentre appare strano che solo ora diventi improvvisamente urgente un nuovo dirigente esercizio. La gestione dei fondi legati ai progetti del Pnrr inoltre può essere tranquillamente di competenza del direttore generale. Insomma, concludono i sindacalisti – ci appare dalla replica di Atm che il Commissario Santoro, ove realmente consapevole di tale operazione, sia stato male informato o tratto in inganno, e ribadiamo la necessità di far chiarezza e sospendere le procedure.

amata web

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scroll to top
Close