Festeggiati al Duomo di Messina i 20 anni della Polizia Metropolitana

VIDEO – Controlli dei Carabinieri nel week end a Messina, 6 denunce.

Il Corpo di polizia Provinciale di Messina fu istituito nel 2002 con determina n. 38 che approvava la graduatoria di concorso per 19 posti per collaboratore di vigilanza Provinciale. Nasceva così quella che oggi si chiama Polizia Metropolitana della Città di Messina e che ha competenza su un’area che si estende per 3.266 km quadrati ed una popolazione complessiva di circa 600 mila abitanti. Oggi la Polizia Metropolitana ha così festeggiato i suoi 20 anni dalla nascita al Duomo di Messina con tante autorità civili e militari presenti, tra le quali il Prefetto ed il Questore di Messina.

In questi vent’anni, come ricorda la brochure voluta dal suo attuale comandante, dottor Daniele Lo Presti, numerosi sono stati gli eventi calamitosi che hanno visto il personale di Polizia Metropolitana di Messina impegnato in interventi di protezione civile. In particolare a Giampilieri, a Scaletta Zanclea nell’ottobre del 2009, con l’alluvione di Messina, all’alluvione di Falcone, durante gli incendi di Messina e Spadafora, agli eventi della frana di San Fratello del 2010, ancora alle alluvioni di Barcellona e di Saponara del 2011. E ancora ha partecipato alle ricerche di Viviana Parisi e del piccolo Gioele a Caronia.

Oggi la Polizia Metropolitana di Messina conta sul proprio Comandante, su 7 sostituti commissario responsabili di sezione, 26 istruttori di vigilanza e 22 unità di personale amministrativo, con 15 automezzi ed un drone a disposizione.

La capacità adattative dimostrata in questi anni dal Corpo, nell’ambito del contesto di sicurezza integrata, impone, quale obiettivo futuro, l’investimento in nuove risorse umane e strumenti in dotazione, al fine di contribuire, in maniera sempre più puntuale ed efficace, a garantire il rispetto delle leggi e del vivere civile in tutto il territorio metropolitano” scrive il dottor Daniele Lo Presti, comandante della Polizia Metropolitana di Messina.

amata web

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scroll to top
Close