Estorsione: schiaffi ed auto rubata a imprenditore. Due arresti

Carabinieri della stazione di Gravina di Catania hanno arrestato padre e figlio, di 51 e 21 anni, per danneggiamento, rapina, estorsione e resistenza a pubblico ufficiale.

Secondo l’accusa, dopo avere tamponato la vettura di un imprenditore, che aveva eseguito dei lavori per loro, con un fuoristrada, lo avrebbero costretto a fermarsi e poi lo hanno preso a schiaffi rubandogli una Fiat Panda e pretendendo 3.000 euro per la restituzione dell’auto.

La vittima ha denunciato l’accaduto ai carabinieri che si sono presentanti alla consegna dei soldi e alla restituzione del mezzo rubato.
    Alla vista dei militari dell’Arma i due sono fuggiti con un’auto, guidata dal 51enne, rischiando di travolgere un carabiniere. I due sono stati raggiunti nella loro abitazione dove il il padre, nonostante abbia ritardato l’apertura della porta d’ingresso, non ha opposto resistenza all’arresto. Il figlio, invece, è fuggito lanciandosi da una finestra sul retro della casa da un’altezza di quasi 4 metri, ma si è costituito ai militari dell’Arma un’ora dopo in caserma. L’arresto è stato convalidato e sono stati disposti gli arresti domiciliari.
    (ANSA).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scroll to top
Close