Eleme 2022 – Maurizio Croce incontra il presidente dell’Autorità portuale, Mario Mega

VIDEO – Controlli dei Carabinieri nel week end a Messina, 6 denunce.

«Questa mattina ho incontrato il presidente dell’Autorità Portuale, Mario Mega: è stata un’occasione per discutere sui temi cruciali per il futuro che attende la città di Messina. La lunga riunione è stata scandita da un’estrema cordialità e dal presupposto, condiviso, di analizzare le questioni più calde connesse alla creazione di un circuito virtuoso nel rapporto, indissolubile, tra la città e il mare, avviando e solidificando, in una logica di sinergia strutturale, un percorso strategico legato proprio a questo binomio imprescindibile. Abbiamo discusso di Waterfront, Area Integrata dello Stretto, zona Falcata e, non ultimo, dello spinoso nodo del deposito di Gnl. Il dato fondamentale emerso da questa importante interlocuzione è la volontà dell’Autorità Portuale di tessere con la prossima amministrazione un rapporto strutturale di proficua collaborazione non limitato alla gestione del presente, ma inquadrato in un’ottica prospettica e strategica che deve apportare benefici concreti nella costruzione di un percorso ambizioso che miri alla creazione di sviluppo e ricchezza. Evidentemente questa visione è mancata nel rapporto con la precedente amministrazione. Noi siamo invece convinti che uno sviluppo organico della città di Messina debba giocoforza avere tra i suoi capisaldi strategici un rapporto costante, solido e collaborativo tra Palazzo Zanca e Autorità Portuale».

Lo dichiara, in una nota, il candidato sindaco di Messina del centrodestra, Maurizio Croce.

amata web

Join the Conversation

  1. Enzo Colombo says:

    Credere nella politica “vera&seria” è buona cosa e se come dice nel suo slogan “bella, produttiva e protagonista”, c’è una sola via ed è quella del fare, si fare!!!!!!!!!
    Fare nuovi svincoli autostradali, creare isole ecologiche funzionanti h24, creare il nuovo centro città (dal v.le Europa a Gazzi), magari fare la sub ferrovia e ridare lo stretto alla città, snellire la burocrazia, insomma ce ne sono di cosette da fare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scroll to top
Close