Astrazeneca – Autopsia – il maresciallo Maniscalco morì per cause non imputabili al vaccino. Caso di malasanità

Il maresciallo dei Carabinieri Giuseppe Maniscalco, 54 anni, non morì per cause riconducibili alla vaccinazione con Astrazeneca somministratagli solo 48 ore prima della morte. Lo rivelano le risultanze dell’esame autoptico rese note dalla Procura di Trapani a seguito dell’indagine scattata dopo la morte del militare. Fu invece, come ipotizzato dalla Procura, un caso di malasanità. Maniscalco, infatti, si era sentito male la sera del 19 febbraio ed i suoi familiari avevano richiesto l’intervento del 118 che sarebbe giunto con un’automedica. I sanitari intervenuti, tra i quali un medico, avrebbero ritenuto non necessario il trasporto in ospedale. Ma Maniscalco morì poco tempo dopo. L’esame autoptico ha rivelato che la morte “fu dovuta a ragione cardiaca” e pertanto non imputabile al vaccino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scroll to top
Close