ITALY EMERGENZA, CLARA CROCE’ CHIEDE CONVOCAZIONE URGENTE IN COMMISSIONE SANITARIA REGIONALE

VIDEO – Controlli dei Carabinieri nel week end a Messina, 6 denunce.

MESSINA. 12 APR – Clara Crocè di FIADEL chiede la convocazione urgente in Commissione regionale Sanità, alla presenza dell’Assessore alla Salute On. Le Ruggero Razza e dei Commissari di Palermo e Messina, sula gestione degli appalti per il servizio di trasporto sanitari intra ed Inter ospedalieri, condotti da Italy Emergenza in affidamento dal Policlinico Paolo Giaccone di Palermo e dal Policlinico “Gaetano Martino“ di Messina.

“E’ necessario che le anomalie, che, i riferiti da molti dipendenti, comportamenti anti sindacali ed il clima di timore da parte di questi a riferire, che traspare evidente all’interno dell’azienda, anche mediante documentati atti ritorsivi bisognevoli del dovuto approfondimento, vengano tutti riferiti nel dettaglio innanzi alla Commissione Regionale ed all’assessore Razza, al fine che si prendano i giusti provvedimenti nei confronti di Italy Emergenza” dichiara Clara Crocè. “Abbiamo chiesto più volte, alla luce dell’urgenza di intervento e dei fatti dichiarati e riportati minuziosamente dai dipendenti a questo sindacato, e in particolare abbiamo reiterato richiesta di incontro al Direttore generale del Policlinico e al Presidente della Italy Emergenza in data 08/09/2020. Con nota prot. 156/2020 bis la sottoscritta ha inviato, inoltre, una nota all’Assessore Salute Ruggero Razza ed all’avv. Ferdinando Croce, Capo Segreteria Tecnica dell’assessorato regionale. Tra l’altro lo stesso commissario del Policlinico di Messina, dott. Giampiero Bonaccorsi, ha comunicato alla scrivente Segreteria che: ‘In data 31 8/2020, si è proceduto a cura del DEC ad una visita ispettiva straordinaria presso i locali occupati dalla Italy Emergenza nonché al parco ambulanze. Gli incaricati da parte del Policlinico hanno rilevato alcune criticità in merito ai locali, agli automezzi, agli standard igienico-sanitari previsti dalle norme anti-Covid, nonché di manutenzione e funzionamento’ “ continua Crocè.

“In particolare – sottolinea Crocè – la Fiadel chiede la convocazione urgente in Commissione Sanità regionale per tutte le anomalie riscontrate e lamentate dai lavoratori, per il 2020, circa il mancato rispetto delle clausole aziendali e di alcune disposizioni previste dai capitolati speciali di appalto redatti dalle due Aziende, in particolare:

• Il CCNL prevede 150 ore di lavoro ma tale limite viene abbondantemente superato portandolo a 200 ed oltre. Inoltre, se non si dovesse raggiungere tale orario, i lavoratori vengono multati con € 30,00; • Ore lavorate in piu’ non risultano liquidate ai lavoratori.

• In caso di malattia o infortunio il rimborso fatto dall’INAIL o INPS per il periodo interessato, viene trattenuto, indebitamente, dal datore di lavoro e non dato al dipendente che subisce un doppio danno (delle giornate e della multa se non arriva alle ore fissate);

• Non vengono pagate i festivi, notturni, straordinari;

• L’attuale stipendio percepito è di € 1.000,00 +rateo di 13a (circa € 130) + Renzi (€ 80). Tale cifra è uguale dal primo giorno di lavoro (4 anni addietro) ad oggi;

• Turni di 12 ore consecutivi notturni o diurni con una fugace pausa pranzo (quando possibile) e non si ha diritto a riposo compensativo;

• I mezzi messi a disposizione non sono idonei sotto il profilo meccanico, sanitario e di attrezzature obbligatorie. Per tale motivo non viene eseguita la cheek list perché ne è responsabile l’autista;

• Mai avuto copia dei verbali assembleari (obbligatori spedirli agli assenti) né esiste una bacheca per la pubblicazione di notizie, turni, equipaggi, verbali ed altro;

• Viene adottato uni stato di continue pressioni che influisce negativamente sia sul lavoro che sulla salute del lavoratore;

• I dipendenti che prestano servizio presso il Policlinico di Palermo lamentano continui ritardi nel pagamento delle retribuzioni allo scopo di creare tensioni e spingere i vertici dei Policlinici a liquidare gli stipendi.

• I dipendenti iscritti al Sindacato subiscono improvvisi ispezioni ,trasferimenti di sede e licenziamenti”.

“Alla luce di tutti questi elementi che delineano una situazione di estremo disagio per i lavoratori ma anche ai fini del corretto svolgimento del servizio affidato dai due Policlinici ad Italy Emergenza, auspichiamo che l’assessore Razza provveda a convocare la Fiadel in audizione in commissione regionale sanità senza ulteriori perdite di tempo” conclude Clara Crocè

amata web

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scroll to top
Close