ISTANZA FONDI FUS RESPINTA – CROCE’ , CISAL, “NECESSARIO INCONTRO CON COMMISSARIO PER FARE CHIAREZZA. FONDAZIONE MESSENION SOLUZIONE BUTTATA NEL CESTINO DAL CONSIGLIO COMUNALE”

MESSINA, 19 APRILE – “E’ necessario innanzitutto, fare chiarezza e ristabilire i fatti circa il respingimento dell’istanza di accesso ai fondi FUS al Ministero della Cultura da parte del Comune di Messina. Notizia che ha gettato nello sconforto e rabbia i professori d’orchestra del Teatro da sempre costretti in condizione di precariato e di discontinuità di impiego” , così Clara Crocè, segretaria regionale CISAL – Arte Cultura e Spettacolo. “Ed a tale fine abbiamo richiesto un incontro urgente con il Commissario Straordinario del Comune di Messina, Leonardo Santoro alla presenza del direttore generale, Rossana Carrubba”, continua Crocè.

fondi fus
CROCE’, CISAL SACS, “Soddisfazione per istanza per Fondi FUS. Unica opportunità per orchestrali di fuoriuscire dal precariato grazie a Fondazione Messenion”

“La notizia della bocciatura dell’istanza comunale si sarebbe potuta evitare se fossero state soddisfatte due condizioni. La prima è che se l’amministrazione comunale avesse ottemperato a quanto il Ministero della Cultura chiedeva con nota del 17 marzo ed acquisita al protocollo del Comune in data 5 aprile di quest’anno. La nota in questione costituiva il preavviso di provvedimento negativo a fronte dell’istanza di accesso del Comune. E l’amministrazione straordinaria avrebbe dovuto rispondere per iscritto opponendo le proprie osservazioni al preavviso di rigetto, entro dieci giorni dal ricevimento della nota ministeriale. Ma ciò non è avvenuto. La secondo condizione è quella relativa alla bocciature senza appello della Fondazione Messenion voluta dall’amministrazione De Luca, da parte del Consiglio Comunale. Una bocciatura secca e senza alcuna remora. Eppure, ricordo, che la Fondazione Messenion era lo strumento grazie al quale sarebbe stato possibile assumere, grazie al contributo triennale gli orchestrali del Teatro, e proprio grazie all’accesso al Fondo Unico Spettacoli. Quello che oggi è stato negato a Messina”.

“E’ proprio per amor di chiarezza a beneficio di tutte le parti in causa, continua Crocè, che oggi CISAL vuol sapere:

  • Le date di invio (pec) al Comune di Messina del primo e del secondo provvedimento del Ministero della Cultura;
  • • I motivi per i quali codesta Amministrazione non ha provveduto ad esitare la richiesta di chiarimenti del 17 marzo del 2022;
  • • Se le SS.LL. abbiano provveduto ad informare il Consiglio Comunale che a causa della bocciatura della delibera per la Costituzione della Fondazione Messenion, in data 9 marzo 2022, la città di Messina non potrà usufruire del contributo triennale”. Atteso che la bocciatura della Fondazione da parte del Consiglio Comunale ha di fatto impedito al Comune di Messina di poter accedere al contributo per l’assunzione dei professori dell’Orchestra del Teatro Vittorio Emanuele di Messina” conclude Crocè.
carpe diem banner

Rispondi

Scroll to top
Close