Scuola: Musumeci è cauto, «Ripartire solo se la linea contagi si abbassa»

Il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci è cauto sulla riapertura delle scuole dell’isola. La sua perplessità si riferisce alla linea dei contagi che se dovesse rimanere sul trend attuale potrebbe impensierire non poco ed influenzare la decisione della riapertura delle classi prevista per il 10 gennaio. Lo ha dichiarato al TGCOM 24 nella serata di ieri.

«La speranza è che si possano abbassare i contagi ed evitare ulteriori misure restrittive  non abbiamo nessuna difficoltà a ripartire il 10 gennaio, lo faremo solo se la linea dei contagi si dovesse abbassare» ha detto il Governatore.

«Il dibattito è aperto, nelle prossime ore dovremmo incontrarci con gli altri presidenti di regione, noi domani a Palermo avremo un incontro con l’assessore all’Istruzione per vedere quale possa essere la soluzione migliore. Il cuore e la ragione si scontrano. L’ultima cosa che vorrei chiudere sono le scuole».

Musumeci ha criticato anche la certezza del Governo che «mai più si sarebbe ritornati in DAD»: «Ma non è la sola imprudenza detta dal governo – ha detto a Tgcom24 –tante volte ha dovuto fare marcia indietro. Il personale scolastico in Sicilia è vaccinato al 92 per cento mentre preoccupa il basso numero di vaccini della fascia 5-11 anni, c’è molta prudenza da parte dei genitori».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to top
Close