La Polfer di Messina scova un catanese ricercato dal 2019. Si nascondeva alla stazione centrale

VIDEO – Controlli dei Carabinieri nel week end a Messina, 6 denunce.
Oltre 2.800 persone controllate dalla Polizia di Stato nelle stazioni ferroviarie e a bordo dei treni della Sicilia

Sono 2.841 le persone controllate, 48 treni presenziati, 21 veicoli ispezionati e 338 pattuglie impegnate nei servizi di vigilanza in stazione, a bordo treno e lungo la linea ferroviaria: questo il bilancio delle principali attività di controllo nella settimana dal 17 gennaio al 23 gennaio 2022 svolte dalla Polizia ferroviaria in tutta la Sicilia. A Messina la Polfer, durante un servizio di vigilanza all’interno della locale stazione ferroviaria, ha rintracciato un catanese ricercato dal maggio 2019 per essere sottoposto alla misura della libertà controllata. A Palermo gli agenti della Polfer, con la collaborazione del personale ferroviario, hanno restituito un cellulare ad una ragazza che lo aveva smarrito su un treno e, ad una giovane studentessa, una borsa dimenticata a bordo di un treno regionale contenente effetti e documenti personali nonché la somma di 90 euro. Gli agenti di Palermo, nella scorsa settimana, hanno anche tenuto due incontri presso il Liceo Classico “Meli” di Palermo, nell’ambito del progetto di educazione alla legalità “Train… to be cool”. L’iniziativa educativa, nata nel 2014 dal Servizio Polizia Ferroviaria del Dipartimento della P.S., in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione e la Facoltà di Medicina e Psicologia dell’Università degli studi di Roma la Sapienza, è rivolta agli studenti di ogni ordine e grado che usufruiscono del mezzo ferroviario per spostarsi o che frequentino una scuola ubicata nei pressi di una stazione, passaggi a livello o linea ferroviaria. I circa 500 ragazzi incontrati, tra i quali molti pendolari, hanno interagito con gli agenti che, attraverso filmati e giochi, hanno spiegato le regole di comportamento in ambito ferroviario per viaggiare in sicurezza. Gli incontri hanno suscitato molto entusiasmo e partecipazione sia tra gli insegnanti che tra gli studenti che non hanno lesinato domande agli agenti su diversi aspetti dell’ambiente ferroviario e non. Palermo, 25 gennaio 2022

amata web

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scroll to top
Close