I due consiglieri della II Municipalità propongono di allestire un drive-in sul lungomare di Santa Margherita per servire la zona sud

MESSINA. I consiglieri Giampiero Terranova e Paolo Scivolone, Vice Presidenti d’Aula della Seconda Municipalità, intervengono congiuntamente in merito alle file interminabili e alle lunghe ore di attesa per i tamponi al Palarescifina.
“Con l’incremento considerevole dei numeri di contagiati e/o di chi è venuto a contatto con contagiati in questi giorni, – scrivono – si assiste ad una pressione straordinaria sulla struttura, che potrebbe ulteriormente aumentare in vista del picco massimo nelle prossime settimane. Le ripercussioni sulla viabilità sono gravissime: stamane la coda arrivava dal Palarescifina sino alla Via Adolfo Celi e con l’istituto Annibale Maria di Francia sito al CEP chiuso. Comprendiamo la complessità organizzativa che si sta abbattendo principalmente su l’USCA e ASP,  che stanno affrontando con grande difficoltà l’ondata di questo tsunami.


È urgente, però, mettere in campo proposte e soluzioni per evitare che la zona del Palarescifina si intasi completamente nei prossimi giorni, individuando alternative valide per aiutare a smaltire le quantità di flussi in coda per i tamponi.
In questa direzione proponiamo di utilizzare il lungomare di Santa Margherita e organizzare lì un “drive in” che possa servire tutta la zona a sud della città, alleggerendo il polo sportivo nei pressi dello svincolo di San Filippo. Se necessario – concludono – si coinvolga anche anche l’esercito”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to top
Close