Condannato a 22 anni di carcere il messinese che causò la morte per HIV di un’avvocatessa.

Luigi De Domenico è stato condannato a 22 anni di reclusione, sentenza di primo grado, per aver taciuto alle donne con le quali aveva rapporti di essere positivo all’HIV. In particolare, il silenzio dell’oggi 57enne De Domenico provocò la morte tra atroci sofferenza di una avvocatessa messinese, deceduta a soli 45 anni. Il silenzio sulle condizioni di salute del De Domenico non permise ai medici di poter curare con tempestività la donna. Luigi De Domenico, infatti, è stato condannato per omicidio aggravato e lesioni gravissime nei confronti delle altre compagne.

Il PM Roberto Conte aveva chiesto la condanna a 25 anni.

il caso
AIDS – Il presunto “untore”: fissata per il 3 luglio l’udienza preliminare per il processo a Luigi De Domenico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to top
Close