VIDEO – Protesta della Polizia Municipale: le ragioni della vertenza di un Corpo abbandonato dall’Amministrazione.

Perché la Polizia Municipale protesta? Perché proprio nel periodo natalizio? Le ragioni di una protesta che cova latente tra un silenzio e l’altro e tra le risposte mai date dall’Amministrazione comunale, stanno proprio in quel disinteresse che viene lamentato da ogni agente, dalla denigrazione continua nei confronti del Corpo da parte del Sindaco che a più riprese ha definito “ladri” chi, secondo lui, commetteva “reati” per i quali, però, al momento non esistono denunce o provvedimenti disciplinari e, quindi, mai cristallizzati.

Un decadimento della comunicazione fino al totale silenzio caratterizzato dal divieto delle ferie durante il periodo natalizio, a dispetto delle famiglie e degli affetti più cari, come se fino ad oggi gli agenti avessero sostanzialmente “rubato” lo stipendio girandosi i pollici. Un popolo, quello della Polizia Municipale, fatto di messinesi che sono stati definiti con spregio evidente “del 27”, come se percepire lo stipendio per il lavoro svolto fosse un “privilegio”.

Un popolo stanco, vessato, ingiuriato, disorganizzato e senza un punto di riferimento, considerato alla stregua di chi “furbescamente” chiede il giusto compenso ed il rispetto di quanto è contenuto nella normativa vigente e nel contratto di lavoro. Ricordandosi sempre che svolge lavoro in strada, alle intemperie, di notte, in uffici non sempre in linea con il “benessere” del lavoratore, con pratiche ed impegni non facili, svolti anche fuori servizio, come ad esempio le “chiamate” a testimoniare in tribunale.

Insomma un popolo al bivio e che chiede rispetto. Questa è la sintesi di quanto oggi rappresentato dagli agenti riuniti in protesta nella sala delle Bandiere del Comune di Messina. Bandiere tra le quali vi è anche la loro divisa, da rispettare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to top
Close