Musumeci rispetto delle regole per scongiurare la zona gialla. Quarantena, drive in, incentivare servizio domiciliare.

Oggi riuniamo in Sicilia il Comitato tecnico scientifico perché vogliamo rivedere la distribuzione del personale, vogliamo aumentare e incentivare i tamponi in drive-in con il reclutamento di alcune centinaia di biologi e destinare maggiore attenzione a chi rimane a casa perché non si senta un recluso dimenticato. Da questo punto di vista bisogna essere attenti a garantire la quarantena essenziale 3-4-5 giorni, soltanto per chi ne ha necessità, 10 giorni sono davvero tanti”.

Lo ha detto il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, intervenendo questa mattina a ‘Omnibus’ su La7. “Non siamo ancora zona gialla ed è merito della nostra comunità che sta rispettando le regole – ha aggiunto – temiamo di poterlo essere tra qualche giorno, ma in ogni caso la nostra attenzione è rivolta non soltanto alla tutela della salute dei più fragili, ma anche ad evitare di bloccare il settore economico che da noi diverrebbe una vera catastrofe. Ne parleremo oggi con il Comitato tecnico scientifico”, ha sottolineato.

Siamo d’accordo con l’orientamento generale dei colleghi presidenti delle regioni affinché il governo possa rivedere le regole che disciplinano la quarantena. E’ un fatto di giustizia nei confronti di chi ha fatto il vaccino e anche la terza dose e ha il diritto di potersi muovere con maggiore facilità“.

Sono regole che se non venissero cambiate rischierebbero di bloccare la parte forse quella più attiva del Paese“, ha aggiunto.


   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to top
Close