Il “bel gesto” dei consiglieri del Misto di donare l’indennità. Ma non era meglio rifinanziare la Family Card?

E’ proprio un “bel gesto” quello dei consiglieri del gruppo misto del Comune di Messina. Lo è nella misura in cui non rifinanziando la Family Card non resta di meglio che impegnarsi di tasca propria per “aiutare chi ha bisogno“. I consiglieri Cipolla, Giannetto, Pergolizzi e De Leo, comunicano infatti che “per fare fatti e non parole” e quasi stigmatizzando il consigliere Libero Gioveni per aver ricordato il mancato impiego di fondi per la Family Card, si dichiarano pronti a mettere a disposizione la propria indennità di dicembre a favore di chi è in difficoltà. Ben poca cosa in termini economici, ma è sempre qualcosa. Risolve? No di certo. Resta il “bel gesto” che politicamente ha valenza nella misura in cui produce effetti. Minimi.

Aveva detto Gioveni: “al netto del Decreto Sostegni bis, anche a seguito di un recente dibattito pubblico avuto con l’assessore ai servizi sociali Calafiore, era emersa l’esistenza anche di un residuo di Bilancio di circa 500.000 euro per il quale era stato assunto l’impegno per un eventuale utilizzo come sostegno per il pagamento delle utenze, ma ad oggi non si ha traccia nemmeno di questa ulteriore possibile misura.”. Ma è seguito ad oggi il nulla. Anzi no. Il “bel gesto” dei quattro consiglieri.

Di certo quanto annunciato dai quattro aiuta, sicuramente, ancora una volta, ad evidenziare il vuoto lasciato da una Family Card da riattivare. Magari con qualche evento in meno …. a Natale si poteva fare di più.

Gioveni
Gioveni: “Misure economiche per il Natale alle famiglie a basso reddito: ancora nulla di fatto!”. Interrogazione ancora senza risposta

LA NOTA DEI CONSIGLIERI

Come è ben noto, il Comune di Messina è stato chiamato ad uno sforzo storico per affrontare le conseguenze sanitarie ed economiche della crisi generata dalla diffusione del Covid 19.
Tutti ricorderanno certamente l’impegno dell’amministrazione comunale in favore delle famiglie più bisognose con l’istituzione della family card.
Agli strumenti tradizionali si sono aggiunte tante iniziative sociali nate dall’impegno di singoli cittadini o associazioni.
E’ chiaro che le risorse non sono mai abbastanza per affrontare una crisi pandemica che ha avuto risvolti economici devastanti per l’economia della nostra città con molte persone che hanno perso il lavoro e si trovano in difficoltà.
E’ un momento storico particolare con un’emergenza ancora in corso che ha messo in ginocchio imprese e famiglie.
Prendendo spunto dalle dichiarazioni del consigliere Libero Gioveni che da sempre mostra, almeno a parole, un’elevata sensibilità d’animo, riteniamo però che non bastano più i proclami, le belle parole ed i gesti simbolici (soprattutto se questi si riferiscono ai soldi dei cittadini) se poi questi non sono seguiti da fatti concreti, da quello che ognuno di noi può fare per coloro che soffrono e stanno peggio di noi.
Si deve far fronte alla crisi anche con delle rinunce da parte della classe dirigente.
I sottoscrittori del presente documento propongono, pertanto, al Presidente del Consiglio comunale, ai consiglieri comunali, agli assessori ed al sindaco di rinunciare alle loro indennità di carica relativa al mese di dicembre, per devolverle ad associazioni attive nel sociale.
Siamo certi che in linea con le dichiarazioni solidali di questi giorni, la nostra proposta sarà accolta con grande gioia ed entusiasmo, non solo dal consigliere Gioveni, ma anche dal Sindaco, dagli assessori, dal Presidente del Consiglio Comunale e da tutti i consiglieri comunali e resa concreta nell’immediato.
Solo così potremo dare un valore speciale al Natale con lo spirito del dare, del servire gli altri, senza il pensiero di ricevere.

I Consiglieri Comunali:
Nello Pergolizzi Serena Giannetto Francesco Cipolla Alessandro De Leo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to top
Close