De Luca, commiato dalla città il primo gennaio. “Sarò il prossimo presidente del Consiglio Comunale”

Cateno De Luca starebbe programmando il suo “commiato, anzi il mio arrivederci” alla città di Messina. La data che lui stesso annuncia è per il primo giorno del 2022. “Un saluto ed un concerto beneaugurale per il nuovo anno” annuncia “sarà l’ultima occasione per riunirci ma non sarà un addio alla città” ha specificato. “Mi ricandiderò come capo lista con l’intenzione di fare il presidente del consiglio comunale”. Consiglio al quale, quello attuale, il Sindaco De Luca non ha risparmiato ancora attacchi rispolverando i “soliti asini volanti” e definendo i consiglieri come degli “scansafatiche che vogliono solo raggranellare le 30 sedute per incassare il gettone di presenza”. “Questo sarà il mantra della campagna elettorale” ha detto il Sindaco.

De Luca quindi conferma ancora una volta l’intenzione di dimettersi. “Tanto le elezioni anticipate ci sarebbero state ugualmente” spiega. E la colpa sarebbe ancora una volta del Consiglio comunale. Insomma di quella maggioranza che il sindaco non possiede e che da subito è stato il vero problema di questa sindacatura. Un errore di sottovalutazione (o di sopravvalutazione?) che De Luca non avrebbe più intenzione di commettere. Nel frattempo si delinea sempre più chiaramente la candidatura a Sindaco di Carlotta Previti. Una scelta (in alternativa alla Musolino?) che prende corpo fin dalla nomina della Previti a vice sindaco all’indomani della famosa crisi interna che vide defenestrati da assessore alla Municipale e da vice sindaco rispettivamente Dafne Musolino e l’assessore Mondello. Una rimodulazione, allora, degli incarichi che poi, (dopo ammenda ed epurazione?) si riassestò con la Musolino di nuovo “in sella” con la delega anche alla Polizia Municipale, oggi in stato di agitazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to top
Close