In Sicilia arrivano i “Frecciabianca”. Treni che altrove si usano dal 2011… All’Isola “usato sicuro”?

In Sicilia arrivano i “Frecciabianca“. Un annuncio che rimbalza da ieri su tutte le testate regionali. Da lunedì prossimo i treni “ad alta velocità”, ma che non potranno superare i 160 km. orari sulle tratte siciliane, collegheranno Palermo e Messina, con fermate anche a Catania, Caltanissetta ed Enna.

Un “buon risultato” per chi si accontenta del risparmio di un ora sulle tre necessarie oggi a raggiungere Palermo dalla città dello Stretto.

Otto carrozze, però, di una tipologia di treno la cui tecnologia risale al 2011. Come dire che alla Sicilia spetta “l’usato sicuro”. Meglio che niente? Certo che no. Il punto è l’ammodernamento delle tratte ferroviarie che collegano le province siciliane. Aspetto questo sul quale politica, RFI e Governo devono imparare a scommettere ed investire sul serio. E non solo sulla Catania-Palermo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to top
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: