Green pass online falsi, scattano inchieste. Tra gli indagati anche Pippo Franco

La procura di Roma ha aperto un fascicolo sulla diffusione di Green pass sul web. L’indagine, secondo quanto si apprende, è relativa ad alcuni certificati disponibili all’interno di una nota piattaforma di file sharing. Una analoga inchiesta è stata aperta anche dalla procura di Milano. Gli accertamenti sono stati delegati alla Guardia di Finanza dopo l’indagine avviata dal Garante della Privacy.

Nella Capitale è in corso un’altra inchiesta sui Green pass. In questo caso si tratta di certificati falsi e tra gli indagati c’è anche il comico Pippo Franco. Sono 9 i certificati verdi sequestrati dai carabinieri del Nas lo scorso 3 novembre. L’indagine è stata aperta per il reato di falso. Ma il comico per il tramite del suo legale cerca di fare chiarezza: “Franco e i suoi familiari sono regolarmente vaccinati e possiamo dimostrarlo”, ribadisce l’avvocato Benedetto Giovanni Stranieri che chiede la restituzione del green pass sequestrato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to top
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: