SIAD CISAL: “Lavoratori del Parco dei Nebrodi in stato di agitazione. Oltre 700 mila euro di arretrati non pagati e nessuna proposta concreta” dicono Crocè e Lipari

Messina, 29 ottobre 2021

Il Sindacato autonomo SIAD CISAL stigmatizza l’atteggiamento tenuto dal Direttore e dal Presidente del Parco dei Nebrodi , nei confronti dei dipendenti che rivendicano ben quattro anni di emolumenti FAMP non liquidati, precisamente per il periodo dal 2018 al 2021”. Lo dichiarano Clara Crocè Segretario provinciale e Aldo Lipari segretario aziendale.

Chiediamo l’immediata trasmissione di una proposta finalizzata alla soluzione della vertenza e la convocazione delle OO.SS. – scrivono in una nota Clara Crocé e Aldo Lipari – al fine della definizione degli istituti contrattuali ivi compresi il Ford 2020 – 2021. Ricordiamo che si tratta di oltre 700 mila euro di arretrati non liquidati dal Parco dei Nebrodi”.

Nel proclamare lo stato di agitazione dei lavoratori avvertiamo che in mancanza di risposte concrete entro sette gioni dal ricevimento della presente nota, il SIAD attiverà le procedure anche legali a tutela dei lavoratori del Parco che hanno diritto di ricevere le loro spettante” concludono Crocé e Lipari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to top
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: